8@31

Accuse di usura ed estorsione per affiliati alla cosca Mancuso

Guardia di Finanza

Guardia di FinanzaROMA – I finanzieri dei Comandi Provinciali di Trieste e Vibo Valentia hanno arrestato 10 affiliati alla cosca della ‘Ndrangheta ‘Mancuso’ di Limbadi (VV), nel corso di un’operazione congiunta con la Squadra Mobile di Catanzaro ed i Carabinieri del Ros. Nel complesso i denunciati sono 76. Sequestrati beni per un valore di trentacinque milioni di euro.

Tra i beni sequestrati, un lussuoso villaggio turistico intestato ad un prestanome di origine nordafricana, due societa’ alimentari, bar, un supermercato e disponibilita’ finanziarie.

L’indagine e’ iniziata dopo accertamenti bancari eseguiti nei confronti di calabresi trasferiti in Friuli Venezia Giulia e legati al clan. Lo sviluppo delle indagini ha permesso di ricostruire un possibile giro di usura, estorsione ed atti intimidatori posti in essere dai criminali per controllare la distribuzione e commercializzazione di prodotti alimentari.

Secondo le prime ricostruzioni alcuni titolari di esercizi commerciali sarebbero stati costretti ad acquistare i generi alimentari prodotti dalle societa’ riconducibili al clan Mancuso.





To Top