8@31

Acri (Cs): ritrovati resti umani nell’alveo di un torrente

In contrada Galluzzo, nella zona di Acri, una macabra scoperta: tra felci e rovi che vanno a comporre una vegetazione selvaggia, il letto del fiume restituisce dei resti umani sbucati dal nulla. Le recenti piogge hanno smosso dal terreno la tomba che qualcuno aveva scavato non molto lontanto. Sul greto d’un ruscello che s’insinua tra la vegetazione campeggiano sinistramente il cranio, il bacino e un pezzo di femore d’uno sconosciuto. Da una prima analisi dei resti si ritiene che siano databili ad una ventina di anni addietro. Solo i risultati dei militari del Ris di Messina stabiliranno se se si tratti dello scheletro di un uomo o di una donna e se vi siano tracce di violenze subite, ricostruendo così la scena di una morte misteriosa.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com