8@31

Agricoltura, Oliverio e Laratta: “Il ritorno alla terra è la sola grande speranza che abbiamo”

laratta-oliverioBELVEDERE SPINELLO (KR) – Nel corso di un convegno, Nicodemo Oliverio, capogruppo Pd in Commissione Agricoltura della Camera, e Franco Laratta, parlamentare e membro del CdA di Ismea, l’Istituto economico che finanzia i progetti in agricoltura, hanno sostenuto che “lo sviluppo del sud, e in particolar modo della Calabria, passa da settori strategici, nei quali la Calabria eccelle. Per cui il settore enogastronomico, quello turistico e dei Beni storici, archeologici e paesaggistici sono un tesoro che finora abbiamo tenuto nascosto. La ripresa economica, l’occupazione, lo sviluppo passano dalla “Terra”, dal grande ritorno alla terra”. Secondo i due politici, infatti, non ci sono più alibi, ma risorse finanziarie importanti a disposizione, un ruolo sempre più attivo e fondamentale di ISMEA e una grande attenzione del governo nazionale. “Dobbiamo liberare l’agricoltura da ritardi, burocrazia, eccessi amministrativi: dobbiamo lanciare e far passare il messaggio che il ritorno alla terra è la sola grande speranza che abbiamo”. L’attenzione è stata poi rivolta verso l’innovazione e le nuove tecnologie applicate all’agricoltura, ricordando che oggi il contadino non è quello tradizionale, ma è diventato un imprenditore. A cambiare non è solo questa figura, ma le stesse imprese agricole che, grazie alle nuove tecnologie, sono diventate luoghi di ricerca, innovazione e crescita, luoghi in cui “i giovani possono realizzare i loro sogni, possono raggiungere i nuovi mercati internazionali che sono alla ricerca delle eccellenze agroalimentari made in Italy”.Il convegno è stata anche l’occasione per rivolgere un appello al governo affinché si appresti a rispondere al dramma in cui vive il Sud da troppi anni. Poi il grido unanime di tutti gli amministratori che sono intervenuti al confronto: “Mai più fondi comunitari restituiti all’Europa. Si tratta di un affronto che non possiamo più accettare!”

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top