8@31

Boss scarcerato con 11 anni di anticipo

luigi mancuso

Catanzaro- Condannato a trent’anni di reclusione, Luigi Mancuso, boss di Limbadi, tra i più potenti della ‘ndrangheta su scala nazionale, è stato scarcerato con undici anni di anticipo dopo una sentenza della Corte d’Assise di Messina. “La Corte d’Appello di Messina, grazie alle maglie larghe del nostro ordinamento giudiziario, lo ha reso libero con 11 anni di anticipo”. Lo sostiene, in una interrogazione, rivolta al Ministro della Giustizia, Angela Napoli, deputa di Fli.

La Napoli chiede al Ministro ”se non ritenga necessario ed urgente avviare adeguate iniziative legislative affinche’ vengano soppressi tutti i benefici utili ad alleggerire le pene detentive inflitte ai noti boss della criminalita’ organizzata”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top