8@31

Catanzaro sconfitto a Rende. Auteri vede il bicchiere mezzo pieno

RENDE – C’è rammarico nelle parole di Auteri per la sconfitta nel primo derby stagionale contro il Rende. Al “Lorenzon” il Catanzaro non riesce a dare continuità ai tre punti di domenica scorsa. Anche se il mister sembra abbastanza soddisfatto di quanto proposto dai suoi. Il calcio è uno sport in cui gli episodi contano tantissimo e Auteri ne è consapevole quando analizza la sconfitta di stasera. «Siamo partiti bene, è stata una partita equilibrata. Abbiamo creato cinque o sei situazioni interessanti e credo che il risultato non sia corretto. Non sono scontento per la prestazione».

Auteri insomma non vede il bicchiere mezzo vuoto. Inoltre, come non manca di sottolineare a più riprese, il Rende è un avversario di valore assoluto, che non ha esitato a cercare anche lo scontro fisico, soprattutto contro gli attaccanti giallorossi. In ogni caso, l’atteggiamento era quello giusto e chissà, magari con qualche imprecisione tecnica in meno e con qualche scelta migliore nello sviluppo della fase offensiva, il tabellino stasera avrebbe detto altro. «Abbiamo giocato per costruire, per aggredire, col baricentro alto. Ci sono stati errori tecnici ma le occasioni le abbiamo create. Purtroppo si può sbagliare, Nicoletti ha sbagliato dopo una grande azione, Giannone ha sbagliato il controllo. Loro sono stati più bravi e più fortunati».

Auteri ha ragione. Catanzaro è un ambiente che tende a deprimersi con troppa facilità. Il valore del tecnico di Floridia non si può discutere. Ha delle idee ben precise, che per essere traslate in campo richiedono tempo ed esercitazioni. Certo, i risultati aiutano ad allentare la tensione, ma è impensabile che tutti i meccanismi siano già oliati. Roma non è stata costruita in un giorno.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top