8@31

Comune di Crucoli: “il mondo femminile va tutelato e reso protagonista”

 

L’ amministrazione comunale di Crucoli (paese della provincia di Crotone, che comprende la località balneare di Torretta, vincitrice in passato di qualche bandiera blu) è molto vicina alle donne. Organizzerà dunque tavole rotonde, nelle quali si discuterà di quell’imperante maschilismo che usa la donna solamente come sfogo sessuale ? Ci saranno dibattiti aperti al pubblico dove sarà possibile raccontare le storie delle donne uccise per gelosia, maltrattate perché considerate schiave, torturate perché pretendevano la libertà di manifestare ed esprimere la propria opinione, mercificate dal potere televisivo sino al punto da passare come corpi bellissimi e menti stupidissime ?

Per il momento, niente di tutto questo, ma non è esclusa la possibilità che in futuro sia diffusa un’idea femminista o almeno una politica che cerchi di abbattere ogni tipo di discriminazione.  Restiamo ancora  la nazione in cui alcune donne, non la maggioranza che ama distinguersi, scambiano la propria dignità per occupare le luci della ribalta, una democrazia occidentale dove un capo politico riduce l’essere femminile a movente lussurioso, con i suoi gesti quotidiani e con i programmi televisivi (guardare “Veline” e “Uomini e donne” per farsi un’idea). Diffondere il rispetto del sesso forte, sarebbe cosa buonissima e giustissima.

Con il suo ultimo comunicato stampa comunque (Delibera di Giunta municipale n.20 del 19.03.2013), l’amministrazione crucolese ha concesso gratuitamente i locali dell’Internet Point (all’interno del palazzo comunale, via S.Pietro) all’associazione “Donne di Crucoli”, con il chiaro intento di coinvolgere le tante donne impegnate sul territorio e di dichiarare il proprio sostegno all’universo femminile che quotidianamente lavora per il miglioramento sociale.  Ufficialmente, i locali scelti saranno consegnati all’associazione oggi alle ore 18.

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top