8@31

Cordoglio del sindaco Occhiuto per ultimi incidenti mortali e per scomparsa impiegata comunale

COSENZA – Il sindaco Occhiuto scosso dai tragici incidenti di queste prime ore del 2014 : “Purtroppo ci troviamo a iniziare un nuovo anno che, per quanto partito secondo tradizione sotto gli auspici migliori, ci ha subito messo di fronte a lutti e dolore”.
E’ questa la riflessione immediata del sindaco Mario Occhiuto che oggi pomeriggio, in tempo reale, ha vissuto in prima persona il tragico epilogo di un incendio divampato in un edificio adiacente al Comune. Il bilancio poteva rivelarsi ancora più grave, ma una signora anziana e il suo cane sono stati salvati dai soccorritori, ospitati adesso in un albergo a causa dell’inagibilità dell’abitazione.
“Mi sento profondamente dispiaciuto per il signore che non ce l’ha fatta, vittima di una fatalità assurda. Il mio pensiero – prosegue Occhiuto – va a lui in quei momenti terribili che in un soffio lo hanno strappato alla vita. Come pure vorrei rivolgere un pensiero – prosegue – alle due donne di un altro incidente mortale avvenuto la notte di Capodanno alle porte della città. Ai loro familiari giungano le mie più sentite condoglianze”.

Il cordoglio del sindaco Mario Occhiuto per la scomparsa improvvisa della signora Rosalba Aloe, dipendente comunale:
“Il Comune di Cosenza oggi è avvolto da un profondo senso di tristezza. Il mio pensiero e quello di tutta l’Amministrazione va alla famiglia della signora Aloe, dipendente che ricorderemo sempre per la professionalità e l’impegno profusi in 33 anni di servizio presso questo ente”.
Il sindaco Mario Occhiuto esprime le condoglianze ai familiari della signora Rosalba Aloe, impiegata di Palazzo dei Bruzi dal 1980, da qualche tempo operativa presso lo sportello Eurodesk che, per un tragico scherzo del destino, è scomparsa improvvisamente oggi, nel giorno del suo compleanno (era nata nel 1952), avvertendo un malore mentre si trovava nel suo ufficio.
“Il Palazzo di Città – aggiunge il Sindaco – ha ripreso le attività del nuovo anno con un evento luttuoso che ci addolora. In questo momento ci stringiamo tutti attorno alla famiglia”.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com