8@31

La Virtus Francavilla blocca la Reggina sull’1-1

VIRTUS FRANCAVILLA – REGGINA 1-1

VIRTUS FRANCAVILLA: Costa, Zenuni, Tiritiello, Gigliotti (26′ st Mastropietro), Bovo, Vazquez (30’ st Tchetchoua), Perez (40’ st Baclet), Delvino, Albertini, Caporale, Sparandeo. In panchina: Sottoriva, Carella, Pino, Marino, Marozzi, Calcagno, Miccoli. All.: Trocini

REGGINA: Guarna, Bertoncini, Loiacono, Sounas (26’ st Paolucci), De Francesco (26’ st Salandria), Bellomo (16’ st Corazza), Rossi, Bianchi (37’ st Bresciani), Reginaldo, Garufo (16’ st Rolando), Rubin. In panchina: Lofaro, Farroni, Marchi, Nemia, Gasparetto. All.: Toscano

ARBITRO: Perenzoni di Rovereto

NOTE: Ammoniti Tiritiello (VF), Tchetchoua (VF) Bertoncini (R), Bianchi (R). Espulso Bovo (VF). Recupero: 1′ pt, 5′ st.

MARCATORI: 38′ pt Vazquez (VF), 2′ st De Francesco (R)

 

FRANCAVILLA – Non sfonda all’esordio la Reggina di Toscano. La Virtus Francavilla infatti ferma gli amaranto sull’1-1 dopo essere stata addirittura in vantaggio.

I padroni di casa non temono l’avversario nonostante la caratura superiore e al 12′ ci provano con Perez che in area, spalle alla porta, si gira bene e incrocia col destro. Guarna in tuffo si salva. Sul corner successivo la palla sfila lungo tutta l’area piccola e per pochi centrimetri nessuno dei pugliesi riesce a deviare in porta. Ancora la Virtus al 21′ ci prova con una bella botta di Sparandeo bloccata in due tempi dal portiere. Gli amaranto rispondono solo al 26′ con Sounas che riceve un cross basso nel cuore dell’area ma incrocia troppo e calcia incredibilmente a lato. Dieci minuti più tardi arriva il vantaggio pugliese: Bovo triangola sulla sinistra e si incunea in area dove subisce fallo da dietro. Calcio di rigore trasformato da Vazquez col destro. Sul finale di tempo la Reggina sfiora il pari con un tiro di Rubin respinto quasi sulla linea di porta.

È solo questione di tempo però, perché il pari arriva un paio di minuti dopo l’inizio della ripresa. Un cross velleitario di De Francesco infatti si trasforma in una parabola insidiosa che termina sotto l’incrocio del secondo palo. Gol piuttosto fortunoso che rimette la partita sui binari giusti per gli amaranto. L’autore del gol ci riprova al 60′ con una bella punizione sul secondo palo respinta dal portiere. La Reggina potrebbe affondare il colpo negli ultimi venti minuti, quando la Virtus si ritrova in dieci per l’espulsione di Bovo, ma non riesce a scalfire la difesa avversaria. Finisce così il primo impegno di una delle squadre più attese della stagione.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com