8@31

L’Itas – Itc di Rossano ha ottenuto due defibrillatori dal Progetto “30 ore per la vita”

Importante novità in termini di sicurezza presso l’Istituto di istruzione superiore Itas – Itc di Rossano. La scuola guidata dal dirigente scolastico Maria Gabriela Chiodo ha aderito al progetto nazionale “Trenta ore per la vita” e, grazie a un apposito corso di formazione, effettuato al personale docente e Ata dalla Croce Rossa Italiana, l’istituzione scolastica cittadina ha ottenuto due defibrillatori. Trenta Ore per la Vita, in collaborazione con Croce Rossa Italiana, è tornata a occuparsi, per il terzo anno consecutivo, del tema della morte per arresto cardiaco improvviso in persone apparentemente sane.

Gli obiettivi della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Trenta ore per la vita” sono quelli di diffondere nella popolazione la “cultura del primo soccorso in situazioni di emergenza”;  far conoscere le semplici manovre di rianimazione cardio – polmonare nonché quelle relative alla disostruzione pediatrica; incrementare quanto più possibile, nelle scuole statali e nelle strutture sportive pubbliche, la disponibilità di defibrillatori; formare gratuitamente, attraverso corsi BLS-D (Basic Life Support-Defibrillation) tenuti da istruttori della Croce Rossa Italiana, non meno di 4 persone per ogni struttura assegnataria di un defibrillatore sulle corrette manovre da compiere in caso di arresto cardiaco.
L’Istituto di istruzione superiore Itas  – Itc di Rossano è stato  beneficiario di due defibrillatori: uno per il plesso di via Nazionale e un altro per il plesso di via Giosuè Carducci.

Il Corso di formazione, per esecutori Bls-d, è stato tenuto dagli istruttori Blsd Cri, Luigi De Luca (della sede Cri di Scalea), Giovanna Pagnotta (della sede Cri di Mirto Crosia) e dal direttore di Corso,  Filippo Antonio Marino (del Comitato provinciale di Catanzaro).
Il corso formativo ha avuto luogo presso la scuola di Via Nazionale, dove sono stati formati dieci esecutori tra insegnanti e personale Ata.

Ampia soddisfazione è stata espressa dalla dottoressa Maria Gabriela Chiodo, per l’ottimo risultato ottenuto dalla scuola che ella dirige. La realizzazione del corso e la consegna dei due defibrillatori significa aver arricchito ulteriormente, anche sotto il profilo della sicurezza dei propri utenti, la valida scuola rossanese.





To Top