8@31

Quasi il 40% delle colture della Sibaritide è andata distrutta da una violenta grandinata

Cristian Vocaturi (3)

Cristian Vocaturi

Quasi il 40% delle colture è andata distrutta da una violenta grandinata che tra sabato e domenica ha colpito il territorio della sibaritide.” A fornire il dato è Cristian Vocaturi, delegato regionale della Federazione Agricoltori piccoli imprenditori (FAPI), che questa mattina ha incontrato un gruppo di imprenditori tra Cassano a Spezzano e Castrovillari per fare un bilancio dei danni dell’ondata di maltempo che si è abbattuta nei giorni scorsi. “Parte del raccolto di Pesche e Albicocche, ormai quasi pronto per la raccolta, è andato perduto. Un danno economico ingente per gli imprenditori agricoli della zona e per l’intero comparto agricolo, visto che le nostre pesche e le nostre albicocche sono prodotti di grande qualità e fortemente richiesti dal mercato. La grandinata è stata così’ violenta da danneggiare quasi la metà del raccolto, lasciando a terra uno strato di ghiaccio.” Assieme ai tecnici delle organizzazioni di produttori locali stiamo verificando la situazione, e siamo molto preoccupati che ulteriori grandinate o temporali possano aggravare la situazione. Chiediamo alle istituzioni di farsi carico del nostro grido d’allarme. Una situazione sempre più di emergenza che rischia di mettere ulteriormente in ginocchio l’economia della sibaritide”. E’ indispensabile rivedere la regolamentazione degli indennizzi attraverso l’assicurazione, che oggi ha costi pesanti per gli agricoltori – conclude Vocaturi – basti pensare che a fronte di costi elevati gli indennizzi non avvengono nemmeno a valori di mercato. Il risultato è che pochissime aziende agricole si assicurano, ma purtroppo le calamità naturali abbiamo visto che ormai colpiscono sempre di più le nostre ‘fabbriche a cielo aperto’”.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com