8@31

Rete idrica, potabilità certificata ma il sindaco non revoca ordinanza di chiusura

CARIATI (CS) – Inquinamento rete idrica. Sono state effettuate le analisi su tutti i punti di prelievo utilizzati dall’Asp. Da quelli effettuati dallo studio tecnico-biologico accreditato Liguori – Caminiti,  i risultati sono tutti negativi. È stata certificata, quindi, la piena potabilità dell’acqua erogata dalla condotta comunale. Permane, tuttavia, l’ordinanza di chiusura. Per maggiore cautela sarà revocata solo quando questi risultati troveranno conferma nelle nuove analisi, che su richiesta del Comune, l’Asp dovrà effettuare nuovamente.
È quanto fa sapere il Sindaco Filippo Sero che intende tranquillizzare la cittadinanza.
Nella giornata di ieri (martedì 28) – spiega – è pervenuta al protocollo generale del Comune la nota n. 987 del 28 gennaio 2014 a mezzo della quale lo studio tecnico chimico-biologico Liguori e  Caminiti, rimette i rapporti di prova delle analisi effettuate sui prelievi di acqua dalle fontanine pubbliche, già interessate nei giorni scorsi dai prelievi da parte dell’Asp. I risultati sono tutti negativi – precisa il Sindaco – e quindi, certificano la piena rispondenza ai parametri di legge e la piena potabilità dell’acqua erogata dalla condotta comunale. Ad ogni buon fine, l’Ufficio ha provveduto – continua il Primo Cittadino – ad avvertire la Sorical, società che gestisce l’acquedotto del Lese, e nella giornata di ieri ha disposto le analisi anche sulla detta fontanina. Lo stesso Ufficio Tecnico comunale ha provveduto a trasmettere i risultati all’Asp affinché proceda, nei tempi più brevi, alla nuove analisi. Revocherò l’ordinanza n. 1/2014 di sospensione e divieto dell’utilizzo dell’acqua pubblica per usi umani – conclude Sero – quando  e se il rientro nei parametri di legge e la piena potabilità dell’acqua della condotta comunale  – come presumibile – troveranno conferma nelle nuove analisi dell’Asp. Sino a quel momento – chiosa – per maggiore premura e sicurezza rimarrà in vigore l’ordinanza di chiusura.

Print Friendly, PDF & Email





To Top