8@31

San Basile: tra innovazione e turismo

SAN BASILE (CS) Il marketing turistico oggi ha bisogno di tutti gli strumenti utili per poter amplificare il messaggio comunicativo. Non più solo brochure, guide, depliant, ma anche nuove tecnologie in grado di raggiungere il viaggiatore in ogni momento ed accompagnarlo sui luoghi ricchi di fascino di cui il territorio è pieno. Quello di San Basile è il primo classificato tra i progetti finanziati dal Gal Pollino per i Comuni che hanno scelto la qualità dell’innovazione.

San Basile diventa multimediale. Le bellezze del borgo, i suoi punti più caratteristici, il territorio e le sue peculiarità presto saranno a portata di mano. Il comune ha infatti vinto e già avuto finanziato un progetto per la realizzazione di una app innovativa per smartphone (mac ed android) capace di accompagnare il visitatore alla scoperta del territorio.

3682414

Il bando inquadrato nella programmazione territoriale del Gal Pollino, diretto da Francesco Arcidiacono, e presieduto da Domenico Pappaterra, ha permesso al progetto del Comune di San Basile di ricevere un finanziamento di 70 mila euro. La municipalità arbereshe, guidata dal Sindaco Vincenzo Tamburi, ha già messo in appalto l’iniziativa che avrà la supervisione dell’assessore al Turismo strategico Marzio Altimari che ne seguirà lo sviluppo e la messa in opera.

Per qualità ed innovazione della proposta quella del comune arbereshe è risultata la prima progettualità premiata che consentirà di elevare l’appeal del Comune anche per i turisti digitali e le nuove generazioni che portano venire a scoprire il territorio e le sue attrattive naturalistiche, culturali ed ambientali, con il telefonino in mano.

Nel progetto è prevista la realizzazione di una cartellonistica turistica di base, con muretti a secco che delimitano i percorsi nel territorio, ma soprattutto punti informativi disseminati lungo il borgo ed il suo comprensorio dotati di totem touch screen sincronizzati con una app innovativa per telefoni di nuova generazione.

Ogni viaggiatore, dunque, potrà sapere dove si trova, quali sono le caratteristiche del luogo o del monumento che sta visitando, approfondire le bellezze culturali in formato digitale. Una strategia di marketing turistico che si sposa anche con «impatto ambientale minimo – spiega il Sindaco Vincenzo Tamburi – se si pensa al grande risparmio di carta che si avrà nel non dover essere più costretti a stampare materiale promozionale. Tutto starà nel palmo di una mano con informazioni che si potranno ampliare sempre più e meglio con il contributo dei tanti conoscitori del territorio e delle associazioni della città».

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com