8@31

Situazione rifiuti: rischio emergenza raccolta indifferenziata

COSENZA – L’Amministrazione comunale si sta adoperando, con controlli e monitoraggi costanti, per la fine dell’emergenza rifiuti della raccolta indifferenziata che da diversi giorni ha riprodotto in città un’invasione di sacchetti nei pressi dei cassonetti e non solo.

Al momento, come si legge in un’informativa inviata questa mattina dal gestore ‘Ecologia oggi’, nonostante le rassicurazioni delle ultime ore sull’imminente sblocco dei conferimenti alla discarica di Pianopoli, i mezzi dell’azienda adibiti alla raccolta dei rifiuti indifferenziati di Cosenza sono impossibilitati a scaricare presso la suddetta discarica in quanto ancora interessata dalla chiusura per i lavori stradali riconducibili a smottamenti causati dal maltempo.

L’accumulo delle buste ai bordi delle carreggiate e sui marciapiedi, è bene ricordarlo, si riferisce solo alla raccolta indifferenziata che di norma viene poi conferita per lo smaltimento finale presso la discarica di Pianopoli. Da qui, l’ulteriore dimostrazione dell’importanza per il territorio urbano di poter contare sui centri di riciclo e sulla raccolta differenziata, avviata gradualmente attraverso la rimodulazione del progetto esistente e indirizzando tutto sulla raccolta spinta porta a porta.

Attualmente, i cassonetti per la raccolta indifferenziata nella città di Cosenza si trovano nelle seguenti zone: via Panebianco, Città 2000, viale Marconi, viale Cosmai, Bosco de Nicola, via di Mille, isola pedonale di corso Mazzini, corso d’Italia, via Montesanto, corso Umberto, viale Trieste.

Da martedì 26 novembre saranno eliminati i cassonetti da Città 2000, da viale Marconi e da via Panebianco, provvedendo alla distribuzione dei circa 2500 kit per la differenziata già pronti per le famiglie. Subito dopo toccherà alle zone di viale Cosmai e Bosco de Nicola per poi interessare il centro cittadino.

Da palazzo dei Bruzi si tiene ad evidenziare che i servizi quotidiani di raccolta differenziata, anche in questo momento di emergenza, continuano a ritmo serrato senza alcuna interruzione e con il perfetto rispetto dei turni previsti nel calendario.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com