8@31

Stato di attuazione dei Pisu per l’area urbana Cosenza-Rende

COSENZA– Uno scambio di informazioni “utili affinché si eviti che la Calabria possa perdere anche un solo euro dei finanziamenti stanziati”. E’ la filosofia del Dipartimento Urbanistica della Regione Calabria che, con l’assessore Alfonso Dattolo e il dirigente generale Saverio Putortì insieme al dirigente del settore Antonio De Marco, questa mattina ha compiuto una trasferta nel capoluogo bruzio per fare il punto sullo stato di attuazione dei PISU Area Urbana Cosenza-Rende. Ampiamente positivo il riscontro ottenuto dalla delegazione regionale, vista la fase avanzata che i lavori dei Piani di sviluppo urbano, specie nell’ambito delle farraginose operazioni burocratiche, vivono al di là e al di qua del Campagnano. Si tratta di un target di spesa di 11milioni di euro da utilizzare entro la fine del 2013 per non incorrere in tagli da parte dell’Unione Europea, di cui 5milioni e mezzo già rendicontati. Gli interventi, finalizzati al miglioramento della qualità urbana ed ambientale anche attraverso un razionale utilizzo dello spazio urbano, riguardano, a Cosenza, il rifacimento e il restyling di piazza Bilotti e delle strade limitrofe (cantiere già aperto) nonché la rifunzionalizzazione ricreativo-culturale del Parco fluviale, con la realizzazione e la messa in opera delle Botteghe degli artisti. A Rende, invece, è in programma la realizzazione del Parco acquatico il cui cantiere verrà inaugurato a giorni. L’assessore all’Urbanistica Alfonso Dattolo nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi (Cosenza è il Comune capofila) ha espresso un’immediata soddisfazione: “Abbiamo fatto del rapporto di convivenza e della territorialità la linea portante della nostra azione amministrativa – ha affermato – In virtù dell’esperienza fin qui avuta, possiamo dire che, in tutta la regione, l’area urbana Cosenza-Rende è l’area-esempio, un fiore all’occhiello per quanto riguarda i metodi adottati. Le opere che sono state progettate, infatti, integreranno ancora di più entrambi i tessuti urbani. E’ questa la filosofia dei Pisu – ha concluso Dattolo – Non tanti piccoli progetti ma, come in questo caso, tre grandi opere sulle quali basare un volano di sviluppo efficace nell’ottica dell’integrazione urbana”. Orgoglioso del “corretto andamento dei lavori” anche il sindaco Mario Occhiuto che ha annunciato, a breve, l’avvio degli scavi in piazza Bilotti mentre sono in procinto di cominciare quelli per le Botteghe degli artisti.“Ci siamo dati molto da fare in termini progettuali – ha rimarcato Occhiuto – la nostra idea di città creativa prende sempre più forma in sinergia con il progetto rendese del Parco acquatico che rappresenterà un continuum con Cosenza, grazie pure alla collaborazione proficua con la struttura del Dipartimento Urbanistica”. Il sindaco Occhiuto ha ricordato inoltre come la città di Cosenza sia l’unica città d’Italia che, grazie a procedure ad hoc, ha realizzato più opere, ovvero opere aggiuntive in sostituzione del ribasso d’asta. Per quanto concerne il Comune di Rende, ha partecipato all’iniziativa il sub commissario Giuseppe Di Martino in rappresentanza del commissario prefettizio Maurizio Valiante. Proprio Di Martino, nel corso del suo intervento ha auspicato che vengano rispettate le tempistiche che l’Unione Europea richiede e si è detto soddisfatto di come stia evolvendo l’iter in tal senso.           

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top