8@31

Tavolo Massicci, giudizi positivi sui conti e sul disavanzo

CATANZARO – E’ stato trasmesso alla Regione Calabria il verbale del tavolo Massicci relativo alla seduta del 16 luglio per la verifica degli adempimenti regionali e dei LEA. Il tavolo Massicci ha riconosciuto un miglioramento della Regione nella tenuta delle scritture contabili e della ricostruzione dei debiti e dei crediti e preso atto della stima operata dall’advisor per la gestione 2013 che, sulla base dell’andamento del primo trimestre, si prevede in disavanzo per 68 mln di euro prima delle coperture. Il lavoro sin qui svolto dalla struttura commissariale e del dipartimento salute, consentirà alla Regione di poter di immettere nel comparto della sanità regionale liquidità per circa 800 mln di euro.

 Per quanto riguarda la organizzazione sanitaria e il programma operativo proposto dalla Regione per il triennio 2013/2015, vi sono da segnalare alcune  parte del Commissario per il superamento dell’attuale situazione. I ritardi sono nell’attuazione della rete assistenziali e specificatamente in quella territoriale e laboratoristica che devono essere oggetto di un atto complessivo di programmazione, unitamente alla necessità diportare a compimento l’attuazione della rete di emergenza urgenza. È stata richiesta, pertanto, una nuova bozza del P.O. da presentarsi entro il 10 settembre secondo uno schema predefinito e a seguito di apposite riunioni di affiancamento con i ministeri, al pari di ciò che è stato programmato per le altre regioni in Piano di rientro.  Nel corso della riunione si è discusso anche del protocollo d’intesa con l’Università Magna Graecia e ai conseguenti rapporti che ne derivano con la Fondazione Campanella e l’AO Mater Domini così per come risultanti dal verbale di intesa per l’attuazione della legge regionale 63/2013. 
“Dopo aver individuato la cifra esatta del debito, aver reso credibile ai tavoli romani la nostra Regione, trovato le risorse necessarie per estinguere i pesanti debiti pregressi, l’ultima fase del percorso prevede maggiore efficienza e qualità, sblocco del turn over ed assunzione di medici e personale – ha dichiarato il Presidente Scopelliti . I risultati eccellenti conseguiti sul versante della gestione economica sono positivi, i conti sono certificati, bilanci sotto controllo e il disavanzo ha subito una drastica decrescita dal 2010. L’obiettivo è di arrivare al pareggio di bilancio nel corso della gestione 2015. Non nascondiamo certamente le criticità. Bisogna rimuoverle in fretta. L’obiettivo è quello di consentire l’erogazione dei LEA secondo gli standard previsti. Ma su questo settore terrò una specifica conferenza stampa. Entro il prossimo 10 settembre, così come indicato dal Tavolo Massicci trasmetteremo il nuovo piano operativo. Ho intenzione di confrontarmi con le rappresentanze sindacali, i medici e tutti quelli che operano nel comparto. Dobbiamo tutti assieme rilanciare la sanità calabrese”.





To Top