8@30 in piazza

Regione Calabria: Pd Solo Girifalco

th (3)Il presidente del Consiglio regionale, Tonino Scalzo e il segretario provinciale del Pd, nonché presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno hanno partecipato all’iniziativa elettorale che si è svolta, ieri sera, nel punto d’incontro della lista numero 2 Solo Girifalco. Presenti, tra gli altri, il commissario straordinario di garanzia del Pd, Pino Tomasello e il consigliere provinciale Riccardo Bruno. I lavori, iniziati con il saluto del candidato a sindaco Pietrantonio Cristofaro, sono proseguiti con l’intervento di Tomasello. Il dirigente di partito ha voluto ripercorre le fasi salienti che hanno contraddistinto la formazione della lista. Tomasello ha rimarcato, ancora una volta, il sostegno pieno e totale che il Partito democratico intende dare ad un progetto politico costruito sulla base di tre pilastri molto cari all’aspirante primo cittadino, Pietrantonio Cristofaro: moralità, legalità e trasparenza. Sostegno incondizionato a Solo Girifalco ha espresso anche il numero uno del Consiglio regionale. Il presidente Scalzo, molto conosciuto a Girifalco, ha voluto sottolineare la validità del progetto politico nato al solo scopo di ridare slancio al paese. “Girifalco merita di tornare al centro dell’attenzione. Di occupare un posto di primo piano”. In tal senso il futuro sindaco potrà contare sull’appoggio del presidente del Consiglio molto vicino alla lista. E’ stato, poi, il presidente della Provincia, Enzo Bruno, a mettere un punto fermo in una campagna elettorale che Solo Girifalco vuole condurre all’insegna della chiarezza e della lealtà pensando al futuro e al bene comune. “A Girifalco ci siamo mossi sulla strada della coerenza. Cinque anni fa il Partito democratico è sceso in campo con una lista di sinistra, con candidato a sindaco, Roberto Iozzi. In questi cinque anni quel gruppo dirigente ha condotto una battaglia di opposizione politica ferma a questa amministrazione. Non faccio questioni personali ma noi facciamo una questione politica. Ed il Pd sceglie, insieme ad altri tre consiglieri di maggioranza, di dimettersi. Questa linea ci ha portato oggi a scegliere questo progetto. Non ragioni personali, ma solo politiche, dunque. Il Pd ha scelto questo progetto perché non ci si poteva sedere al tavolo con le persone sfiduciate. Bisognava costruire un progetto politico alternativo e proporsi ai cittadini di Girifalco: questo è Solo Girifalco. Abbiamo deciso di commissariare il circolo del Pd non per questioni legate a qualcuno ma perché il segretario si era dimesso un anno prima ed il circolo non era ancora riuscito a costruire un percorso unitario tale da condurre la forza politica alle elezioni. Per cui il Partito ha individuato nella persona di Pino Tomasello il commissario di Girifalco. Alla base non ci sono stati meccanismi subdoli, c’è solo stata la volontà di un partito di fare della coerenza un proprio pilastro. Pensare ad una campagna elettorale fatta di liti, anche sui giornali a volte strumentali, è sbagliato. Non ci interessa la tessera dei candidati dell’altra lista. A me interessa capire le ragioni per le quali quell’amministrazione è implosa. Noi siamo qui per sostenere un progetto serio, valido. Detto questo io sono pronto a discutere e a confrontarmi con chiunque. Ma stasera sono qui per sostenere una battaglia che riporti Girifalco al centro del comprensorio, dentro la nuova Area vasta. Girifalco deve essere organico ad un progetto politico provinciale e regionale. Su questo vogliamo discutere. Su un partito democratico che cresce e che vuole crescere anche qui. Le forze progressiste vincono ovunque perché il messaggio che sta mandando Matteo Renzi è un messaggio di grande dinamismo. L’Italia è un paese che sta cambiando.  Noi pensiamo di poter vincere in tutte le regioni e nei 13 comuni in cui si vota.  Vogliamo aiutare il presidente Oliverio ad affrontare al meglio i tanti problemi della nostra regione. Come ad esempio la sanità: non si può tagliare in sanità. In sanità si deve investire. Il Piano di rientro non ci ha consegnato una sanità più sana. Noi vogliamo che i servizi d’eccellenza vengano valorizzati. Girifalco, in questo, ha una lunga ed importante tradizione. Stessa cosa vale per l’ambiente. Tra qualche mese le discariche saranno, di nuovo, sature. La giunta precedente non solo non si è posta il problema ma non ha neanche creato una prospettiva. La giunta Oliverio ha già un piano di intervento”. “Noi pensiamo – ha detto Bruno – che il progetto di Girifalco deve fare parte di un progetto più ampio: nazionale, regionale e provinciale”. Scuola, università, ambiente, tutela del territorio, assistenza sanitaria: il presidente della Provincia tocca più temi. “Abbiamo riconsegnato corso Migliaccio al popolo di Girifalco. E lo abbiamo fatto prima delle elezioni per evitare strumentalizzazioni” – tuona Bruno. “Abbiamo finanziato un progetto per dare alle farmacie un defibrillatore. La farmacia di Girifalco, grazie anche alla collaborazione del presidente di Federfarma, Enzo Defilippo, sarà una delle dieci farmacie a dotarsi di questo importante strumento”.“Ecco noi vogliamo parlare di questo: andiamo avanti e parliamo del futuro, del rilancio e della rinascita di Girifalco”. Con queste parole Enzo Bruno dà la carica alla lista numero 2 e al suo candidato a sindaco Pietrantonio Cristofaro. La serata si è, poi, conclusa con un aperitivo nella splendida cornice del Palazzo Chiarella in corso Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com