8@30 in piazza

Comune e Casa circondariale firmano protocollo d’intesa per l’inserimento lavorativo dei detenuti

E’ stato sottoscritto questa mattina alla Casa circondariale di via Popilia il protocollo d’intesa tra l’istituto di pena e il Comune di Cosenza, finalizzato all’inserimento lavorativo dei detenuti.
La convenzione è stata sottoscritta per l’Amministrazione comunale dall’Assessore alla solidarietà e coesione sociale Alessandra De Rosa e per la casa circondariale dal direttore Filiberto Benevento. Il protocollo mette in pratica gli obiettivi di quello, mosso dalle stesse finalità, sottoscritto a livello nazionale tra l’Anci (l’Associazione nazionale dei Comuni italiani) e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. La convenzione sottoscritta questa mattina e che ha validità un anno – durata eventualmente rinnovabile – prevede che l’Amministrazione comunale metta a disposizione dei detenuti ristretti nell’istituto penitenziario cosentino delle opportunità per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità. Sarà la casa circondariale ad individuare tra i detenuti quelli, preferibilmente residenti nella provincia di Cosenza, provvisti dei requisiti per l’ammissione al lavoro esterno, al regime di semilibertà, all’affidamento in prova al servizio sociale. Potranno essere utilizzati per i lavori di pubblica utilità anche i detenuti beneficiari di permessi o licenze.
L’istituto penitenziario provvederà, inoltre, a redigere il piano di trattamento relativo a ciascun detenuto, sulla base del programma di lavoro predisposto dal Comune, e lo invia al Magistrato di sorveglianza cui spetta l’approvazione. I detenuti che saranno utilizzati nelle attività lavorative saranno retribuiti dal Comune di Cosenza (nella qualità di datore di lavoro), attraverso la corresponsione di buoni lavoro (voucher INPS) o con borse lavoro il cui importo dovrà essere previamente
stabilito da appositi accordi con la direzione dell’istituto penitenziario dove i detenuti si trovano ristretti.
Al Comune di Cosenza spetterà, inoltre, sempre previ accordi con la direzione della Casa circondariale, sia la redazione del programma di lavoro, sia l’indicazione degli orari ed il luogo di svolgimento dell’attività lavorativa. I detenuti saranno utilizzati prevalentemente per la pulizia, manutenzione e il restauro di siti di interesse pubblico.
La firma del protocollo d’intesa è stata commentata con molto favore dall’Assessore De Rosa.“Il protocollo che abbiamo sottoscritto con la direzione della casa circondariale – ha affermato la De Rosa – si inserisce nel quadro di un importante programma di inclusione sociale promosso dall’ANCI ed al quale non potevamo non aderire, stante la nostra particolare attenzione nei confronti dei soggetti svantaggiati della nostra comunità.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top