8@30 in piazza

Continua l’allerta meteo sulla regione: disagi alla mobilità e ai servizi

allerta-meteoContinuano i gravi disagi provocati dal maltempo nella nostra regione. Nella Locride, il torrente Ferruzzano ha esondato, spazzando via la statale 106 Ionica e la linea ferrata che, per un tratto, è rimasta sospesa nel vuoto. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco che, tuttavia, hanno incontrato grosse difficoltà a raggiungere la destinazione a causa delle frane disseminate lungo il percorso. Al momento, comunque, non si hanno notizie di dispersi.

È stato, inoltre, interrotto il transito sulle strade di collegamento con il centro abitato di Bruzzano Zeffiro che per ora risulta essere semi isolato: sono intervenuti sul posto anche i sub. Sospesa anche la circolazione ferroviaria tra Roccella e Palizzi, sulla linea Roccella Ionica-Melito, per l’allagamento dei binari, mentre i treni già in viaggio sono stati fermati nelle stazioni di Locri, Roccella Ionica e Brancaleone. Questo quanto comunicato dalla società Ferrovie dello Stato che ha altresì specificato che, a causa dell’impraticabilità della rete stradale, al momento non è neppure possibile effettuare un servizio sostitutivo con autobus. La piena del torrente in località Pettogallico ha causato danni estesi alla condotta idrica comunale di Reggio Calabria, ragion per cui nella giornata di domani ci saranno disagi nell’erogazione idrica nelle zone di Villa San Giuseppe, Modenelle, Pettogallico e Arghillà, come ha reso noto il Primo cittadino di Reggio, Giuseppe Falcomatà, che ha aggiunto che i lavori di riparazione inizieranno non appena le condizioni meteo si saranno stabilizzate. Altri danni si registrano sul lungomare di Siderno e Caulonia, rispettivamente sulla costa ionica catanzarese e del reggino, per le violente mareggiate.

Per questo motivo, Il centro funzionale dell’Arpacal ha aggiornato il suo bollettino delle criticità in Calabria, che resta valido dalle 16 di oggi pomeriggio fino alle 16 di domani, lunedì 2 novembre. Per quanto ruguarda la mappa dei colori, lo Ionio settentrionale scende al colore arancione (media criticità) di rischio idrogeologico, mentre resta rosso su Ionio centrale e meridionale e Tirreno meridionale. Allerta anche arancione per il Tirreno centrale, invece il Tirreno settentrionale scende al colore giallo. Secondo i rilevamenti effettuati dall’agenzia regionale per l’ambiente in 48 ore sono caduti almeno 600 mm di pioggia e venti che hanno raggiunto gli 80 chilometri orari si sono abbattuti sulla regione. Tutta questa pioggia ha provocato dunque un “generale e considerevole innalzamento dei livelli idrometrici” di tutti i corsi d’acqua. Per tutta la restante giornata odierna continueranno le precipitazioni e anche per domani sono previsti fenomeni a carattere piovoso a progressiva attenuazione, mentre un miglioramento deciso dovrebbe iniziare da martedì.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com