8@30 in piazza

Cosenza festeggia la nascita di Martina, figlia di rifugiati politici siriani

COSENZA – La famiglia è di origini curde. Pare che la polizia di Damasco le avesse già fatto più volte “visita”, ma di questo i due giovani non vogliono parlare.
Certo è che alla fine, nel luglio scorso, hanno deciso di lasciare tutto: hanno venduto la loro casa e sono partiti verso l’ignoto. “È da gennaio che sono ad Acquaforomosa, ospitati nell’ambito dei progetti Sprar per i richiedenti asilo”, dice all’Agi Mimma Laffusa, presidente dell’Associazione “Don Vincenzo Matrangolo”, che ad Acquaformosa si occupa anche dell’assistenza ad altre famiglie di rifugiati. La famiglia siriana ha anche altri due figli, vivaci e giocherelloni, di 4 e 6 anni, che attendono con ansia il ritorno a casa della mamma e della sorellina. È da lei, che adesso dorme tranquilla, che ripartirà la storia della famiglia Youssef: fuggita dalla Siria per una nuova vita

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top