8@30 in piazza

Il sindaco Mario Occhiuto vicino al magistrato Vincenzo Luberto nel mirino della criminalità organizzata

COSENZA, 16 LUG 2012 – “E’ con sgomento e angoscia che ho appreso del piano della criminalità organizzata di compiere un attentato contro il magistrato Vincenzo Luberto”.
Il sindaco Mario Occhiuto esprime a nome suo e della Giunta la massima vicinanza al sostituto procuratore della Dda di Catanzaro da tempo nel mirino delle cosche, come emerso peraltro dalle ultime rivelazioni nei processi in corso.
“Le istituzioni – dichiara il primo cittadino – hanno il dovere di sostenere gli uomini e le donne che quotidianamente si impegnano in prima linea, mettendo a rischio la propria vita, per liberare la Calabria dai tentacoli della ‘ndrangheta che come un’ombra, spaventosamente, frena la crescita di questa terra, spesso vanificando gli sforzi di chi lavora per cambiare le cose. E’ soltanto in una società dove vigono rispetto, equità e regole che può esserci sviluppo. La lotta al malaffare, che trova sulla sua strada persone impegnate a combatterlo, deve essere una lotta comune di civiltà. Rivolgo dunque un sentito invito al giudice Luberto a non abbattersi poiché non è solo, proseguendo l’opera di bonifica morale che da anni porta avanti con grande orgoglio dei calabresi onesti”.

Print Friendly, PDF & Email





To Top