8@30 in piazza

Interrogazione di 23 parlamentari al Senato del Movimento 5 Stelle

Movimento 5 stelle-785905

Movimento 5 Stelle chiede di: “Modificare Il Tracciato Dell’eletrodotto Laino-Feroleto-Rizziconi E Interrare I Cavi”.  “Il Ministro dell’Ambiente Orlando modifichi l’attuale tracciato dell’elettrodotto Laino-Feroleto-Rizziconi  e proceda all’ interramento dei cavi”. Lo chiede il Movimento 5 stelle con una interrogazione firmata da 23 parlamentari al Senato e vede come primo firmatario Francesco Molinari. “L’interramento è previsto, tra l’altro, dal Piano energetico della Regione Calabria del 31 marzo 2005, nel caso di attraversamento in aree abitate – nel tratto che interessa il territorio ed alcuni centri abitati del Comune di Montalto Uffugo (CS), stante la pericolosità del medesimo per la salute dei residenti”.Nell’atto si chiede di “convocare con urgenza, un tavolo permanente di confronto presso il Ministero dell’ambiente, coinvolgendo la società Terna S.p.A. e le amministrazioni locali, per affrontare con urgenza ogni possibile ed immediata soluzione al problema, le cui implicazioni negative, dal lato dei diritti e della salute di cittadini del territorio interessato, a parere degli interroganti, sono abbastanza evidenti”. Molinari ricorda tra l’altro che  “il tracciato dell’elettrodotto Laino-Feroleto-Rizziconi risulterebbe  non conforme agli standard progettuali di qualità, di sicurezza, di salute pubblica, di impatto ambientale ed urbanistico, previsti dalla normativa vigente, né osserverebbe le “fasce di rispetto”, come previsto nel recente Decreto 29 maggio 2008 dall’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e per i Servizi Tecnici”. Inoltre “L’ elettrodotto di proprietà di TERNA S.p.A. con i suoi  380 Kv–1.500 ampere e più di un miliardo di volt-ampere per ogni terna, si sviluppa  nella regione Calabria per un totale di 218 km e interessa i territori della provincia di Cosenza, Catanzaro, Reggio Calabria e Vibo Valentia, è classificato dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) nel gruppo 2B e costituisce perciò possibile agente cancerogeno umano, con grado di pericolosità elevata per la salute dell’uomo” e  “l’elettrodotto è stato realizzato su un tracciato diverso da quello del progetto originario”.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top