8@30 in piazza

Luzzi, quattro persone deferite per furto aggravato e distruzione di bellezze naturali

downloadLUZZI (CS) –  Il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale di Cosenza, ha sorpreso nel comune di Luzzi il titolare di una ditta boschiva di Acri e tre suoi operai di nazionalità rumenale mentre tagliavano, senza alcuna autorizzazione, delle piante di Pino in terreni occupati da privati rimboschiti con fondi pubblici. L’operazione, a cui hanno partecipato anche i reparti di San Pietro In Guarano e Spezzano Sila, oltre a fermare il taglio abusivo, iniziato da poco, ha portato al sequestro di un trattore utilizzato per lo smacchio del legname all’interno del bosco, l’autocarro utilizzato per trasportare la legna, le motoseghe e 90 piante già tagliate e accatastate in un terreno. Il Comando Provinciale di Cosenza, già da tempo, stava attuando un’operazione di controllo sul vasto territorio di sua competenza al fine di prevenire e reprimere il fenomeno abusivo dei tagli boschivi. I quattro sono stati deferiti dal Corpo Forestale dello Stato per furto aggravato e distruzione di bellezze naturali.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com