Attualità

Cassano allo Ionio: ” Il mare non si tocca”

CASSANO ALLO IONIO (CS)- Il Partito Democratico di Cassano allo Ionio si è espresso in merito al referendum del 17 aprile: “Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita’ 2016)” limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale?” Parlando in parole povere ciò che ci viene chiesto è se abolire oppure no la norma che consente alle società petrolifere già in possesso delle relative concessioni di estrarre gas e petrolio entro le 12 miglia marine fino all’esaurimento del giacimento. Sottolineiamo le parole “già in possesso” perché, lo ribadiamo, la legge di Stabilità 2016 esclude già la possibilità di richiedere e stipulare nuove concessioni entro questo limite. Inoltre occorre tenere in considerazione che il referendum non cambierà assolutamente nulla per le trivellazioni sulla terraferma o in mare oltre la distanza di 12 miglia dalla costa. Nel caso in cui vincesse il Sì, le concessioni già in essere potrebbero continuare ad operare fino alla loro scadenza naturale. Una volta raggiunto il suddetto termine però non si potranno più concedere rinnovi o proroghe, anche nel caso in cui nei giacimenti ci fossero ancora materie prime da estrarre. Se invece vincesse il No scadute le concessioni stipulate negli anni passati, le compagnie petrolifere avranno la possibilità di richiedere, previa Valutazione di impatto ambientale, un rinnovo dei contratti e le operazioni di ricerca ed estrazione si protrarranno fino all’esaurimento totale del giacimento.

f2ad3756-b146-4983-a150-2b32d780f7ed

Noi del Pd di Cassano allo Ionio voteremo SI il 17 aprile e lo faremo per diversi motivi: innanzitutto la tutela del nostro prezioso ecosistema marino e costiero sui cui le attività di ricerca, di estrazione e di trasporto hanno un impatto rilevante. Proprio su questo ecosistema esiste già un sistema economico consolidato e fiorente fatto di turismo, pesca, beni ambientali e culturali. Voteremo sì contro trivellazioni perché riteniamo insensato puntare sull’estrazione di gas e petrolio per garantire la nostra indipendenza energetica. Un affare conveniente solo per le compagnie petrolifere che pagano al nostro paese royalties irrisorie. Infine il nostro sarà un voto a favore delle energie rinnovabili e soprattutto di un sistema energetico che punti finalmente sul risparmio, sull’efficienza, sull’autoproduzione distribuita. La Calabria vive principalmente di Turismo e noi tutti abbiamo il diritto dovere di tutelare il nostro mare , il Partito Democratico di Cassano Jonio non si astiene… ma grida a voce unanime “NO TRIV il nostro MARE NON SI TOCCA!!!! IL 17 aprile votiamo SI AL REFERENDUM”

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com