Attualità

Conclusa la Green Factor Calabria

www.iacchite.com

www.iacchite.com

CORIGLIANO CALABRO (CS) – Si è conclusa ieri a Corigliano Calabro Green Factor Calabria, la due giorni nazionale di SEL sulle tematiche ambientali. Nel corso dell’iniziativa, che ha visto la partecipazione, in tutte e due le giornate di decine di cittadine e cittadini della provincia di Cosenza e dell’intero territorio calabrese; decine di interventi qualificati nei tavoli tematici di sabato e un dibattito di livello nella plenaria di domenica.I tavoli tematici: (1) dissesto idrogeologico, le crisi ambientali, l’acqua pubblica, i parchi le aree protette e la governance del territorio; (2) Agricoltura e sostenibilità; (3) Città, servizi, rifiuti, mobilità ed ecoreati; (4) Referendum contro le trivellazioni, hanno, dopo un dibattito di altissimo livello e fortemente partecipato (oltre 80 interventi) hanno prodotto una serie di proposte e ipotesi di lavoro, che sono state alla base delle relazioni introduttive della plenaria di domenica affidate ai coordinatori dei tavoli stessi (Fernando Pignataro, Franco Barretta, Antonio Guerriero e Sergio Paciolla). Domenica, oltre alle relazione del lavoro tematico, sono intervenuti nel dibattito coordinato da Alberto Laise del Coordinamento provinciale di SEL: le Deputate Serena Pellegrino  e Celeste Costantino , Maria Pia Pizzolante , Gianni Speranza , Angelo Sposato , Felice Santarcangelo, Angelo Broccolo del Coordinamento regionale di SEL, Leo Autelitano responsabile regionale di Futuro a Sinistra, Damiano Guagliardi di Sinistra e Lavoro, il giovane Lorenzo Caffè di Possibile.Le conclusioni sono state affidate a Marco Furfaro responsabile ambiente Sel. L’intenzione dell’iniziativa è stata quella di dare la possibilità di confrontarsi su tematiche come la questione trivellazioni, che rischia di distruggere un intero ecosistema e compromettere irrimediabilmente l’economia della Piana di Sibari, la gestione dei rifiuti , dissesto idrogeologico, la questione dei parchi nazionali, regionali e aree protette, che sono occupano migliaia di ettari nella nostra Regione e non riescono a diventare sistema e volano di una politica di green economy; la questione dell’agricoltura, della sostenibilità e dell’incentivo al ritorno dei giovani al settore agroalimentare, sia per creare occupazione ed economie, che per ripopolare le aree interne.Dalla manifestazione è venuto l’appello ad un impegno fortissimo per il Referendum del 17 Aprile contro le trivellazioni, denunciando l’atteggiamento del Governo che non ha voluto accorpare il voto referendario a quello delle amministrative prossime e dei mezzi di comunicazione che ancora non informano e mettono all’attenzione un appuntamento così importante per l’ambiente e il nostro mare, per le economie di intere popolazioni costiere.Così come è stato più volte richiamata l’importanza di una vittoria nel Referendum di ottobre sulle modifiche costituzionali, anche qui facendo appello ad una grande mobilitazione per la difesa della Costituzione e della Democrazia.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top