Attualità

CyberChallenge.IT 2020, l’Unical prima tra gli atenei meridionali

Unical

L’Università della Calabria ha partecipato nelle prime due giornate di questo mese di ottobre 2020 alla gara finale di

CyberChallenge.IT, classificandosi tra i primi otto partecipanti e prima tra gli atenei meridionali. CyberChallenge.IT è il programma italiano di formazione per i giovani talenti della sicurezza informatica, organizzato dal Laboratorio Nazionale Cybersecurity del Cini (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica). All’edizione 2020 dell’iniziativa hanno partecipato 560 allievi e 28 sedi distinte in 26 università,  nonché il Centro di Competenza Cybersecurity Toscano e il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino. 

 

La gara  finale di CyberChallenge.IT  si è tenuta nelle due giornate in modalità virtuale a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Il primo ottobre si sono confrontate tutte le sedi nella gara di tipo Capture the flag (Ctf); mentre il due ottobre le prime otto squadre classificate, tra le quali il team dell’Unical, sono state invitate a illustrare di fronte a una giuria il loro approccio nella risoluzione di alcune delle sfide affrontate. Il punteggio attribuito dai giurati alle presentazioni ha contribuito a definire la classifica finale che ha proclamato vincitore il team dell’Università di Pisa.

L’Università della Calabria ha ottenuto la settima posizione nella classifica generale ed è risultata la prima tra le università meridionali, grazie al gruppo composto dagli studenti: Michele Bencardino di Belvedere Marittimo e Raffaele Bova di Amaroni, del corso d’informatica; Giuseppe Salerno di Longobucco, Antonio Siciliani di Crotone, Paolo Fusca di Vibo Valentia, Matteo Grollino di Roccella Jonica, del corso di laurea d’ingegneria informatica.

Grande soddisfazione e parole di apprezzamento nei confronti dei sei giovani hacker etici calabresi sono state espresse dagli organizzatori della sede locale dell’Università della Calabria, a cominciare dal prof. Angelo Furfaro (responsabile della sede), per passare ai professori: Alfredo Garro, Antonella Guzzo, Andrea Pugliese e Domenico Saccà.

Il prossimo passo della competizione sarà la convocazione dei giovani che si sono maggiormente distinti durante le gare per l’ingresso nel Team Italy, i quali faranno parte della nazionale italiana di esperti di sicurezza informatica, per partecipare alla gara europea.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com