Attualità

Drone sul fiume Crati Parte la campagna di sensibilizzazione ambientale

bambino digitaleSelfiamo  il Fiume Crati:  è questa  la campagna  promossa dal  Coordinamento  del Contratto  di  Fiume Crati  che vede,   quali  partner  istituzionali,  il Provveditorato  agli Studi  di  Cosenza e  le istituzioni scolastiche della  Valle  del Crati,   finalizzata  a  diffondere  tra  le giovani generazioni la  cultura  ambientale, delle  acque e  dei  territori in una  prospettiva  formativa e   di  sbocco professionale.

L’ambiente, invero, è prioritariamente la “Casa delle future generazioni”, che deve essere preservata, custodita e valorizzata dagli adulti di domani.

Il partenariato, costituito con la sigla  del Protocollo di  intesa  del Contratto di  Fiume Crati  in data 14 dicembre 2015,  vede la formale adesione di  60 attori tra soggetti pubblici e privati, di cui oltre 30 Comuni della Valle del Crati, UNICAL, UNIRC, CNR, Scuola di Rigenerazione Urbana dell’Università Telematica Pegaso,  queste  ultime  ponte  virtuale per le scuole  nell’azione  di orientamento  degli studenti  per  nuove  prospettive formativo-professionali.

La diffusione della cultura ambientale si  svilupperà  attraverso  interventi mirati alla conoscenza delle dinamiche del suolo,  delle acque,  dell’aria, della pianificazione fluviale e  territoriale nonché degli aspetti giuridici  e  tecnici  in un linguaggio nuovo perché condiviso  e trasversale cosi’ come  è  l’ambiente.

L’obiettivo è anche quello di innalzare  il livello  di consapevolezza  dei  giovani  sino a   farne  interlocutori   delle istituzioni, propositivi  e  responsabili  per una gestione condivisa della res publica.

In ossequio al principio  di  sussidiarietà e di coesione  territoriale, tanto caro al  Contratto di Fiume Crati e particolarmente al suo Coordinatore, avv. Paola Rizzuto, si va  nella direzione  di una pianificazione partecipata e attenta  alle  vocazioni  territoriali.  Di qui la  sinergia operativa con le  scuole  voluta  fortemente dall’Ufficio Scolastico  Provinciale,   nel  quadro  di una  politica scolastica attenta  ai bisogni  del  territorio.  “La sfida culturale lanciata dal Coordinamento del Contratto  di Fiume Crati per trasformare i ‘nativi digitali’ in ‘nativi ambientali’  per un futuro di sviluppo sostenibile, è  stata  raccolta con entusiasmo dalle scuole  coinvolte  nella  campagna  denominata “I Nativi Ambientali, selfiamo il Fiume Crati”  – sottolinea   il Dirigente  dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Cosenza Luciano GRECO –  al fine di creare una sinergia operativa con le Scuole per  strutturare un evento di  promozione utile ad arricchire l’offerta formativa degli istituti coinvolti” .

“Tanto assume maggiore importanza per dar  seguito alla nota di plauso del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti resa      a margine della  sottoscrizione del  protocollo  di intesa del CdF   Crati” ,  rimarca  l’avv.  Paola Rizzuto .

Paola  Rizzuto  per il Contratto  di Fiume Crati, raccoglie quindi l’invito del Ministro  che  sul tema   si  è  così espresso : “Trasmettere la conoscenza dell’ambiente ai ragazzi,  è un invito che spero diventi tra i punti principali del mio Ministero. Voglio dei nativi digitali che siano anche dei nativi ambientali. Se riuscissimo a far passare questo messaggio, gran parte dei problemi… non li avremmo più. E’ un investimento a lungo periodo, ma bisogna iniziare a farlo, l’ambiente è centrale anche per lo sviluppo e l’occupazione“.

Martedi  22 marzo alle  ore 15.00,  presso  il Castello  Svevo  di Cosenza,  individuato come punto di  ritrovo,  gli studenti, selezionati  dalle scuole  aderenti  di cui è capofila  il Liceo Classico B. Telesio,  saranno  diretti  dal regista Adolfo Adamo nella realizzazione di uno  short-movie, che  li vedrà  protagonisti  insieme  al Fiume Crati per il lancio dell’iniziativa.  Lo spot  sarà realizzato  con immagini  riprese con un drone che  ritrarrà,  tra le altre,  la città di Cosenza,  quale città capoluogo che  sorge  sulla confluenza  di due  fiumi (Crati  e Busento), peculiarità  unica  per il Sud Italia  e  per i Contratti  di  Fiume.

Tra le azioni programmate è previsto  un concorso  che premierà il miglior  selfie realizzato dagli studenti  sul tema del Fiume Crati e l’ambiente.

Aderisce  al progetto Keystore One Apple, unico centro in  Calabria,  ad emblema dell’universo digitale che,   per voce del  Suo Direttore  Generale,  Emanuele Ruvio,  da  sempre  sensibile ai temi dell’ambiente e del territorio, premierà  il miglior  lavoro con un  Ipad.

                 Il progetto  si concluderà  con un evento  finale  previsto per il mese di maggio  che si svolgerà presso l’Auditorium  Liceo Classico B. Telesio “A. Guarasci” della Provincia di Cosenza.

Dell’iniziativa si  è data  notizia  attraverso  i  microfoni  di Radio Sound che vuole sperimentare nuovi  modi di fare radio perché dove è stato impiantato il seme del  digitale possa germogliare una  novella sensibilità ambientale.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com