Attualità

Gentile e Lorenzin dietro l’apertura nosocomio di Praia a Mare, Raffaele Papa: «È una sceneggiata»

PRAIA A MARE (CS) –  «Ciò che stiamo vedendo in questi giorni circa l’apertura dell’ospedale di Praia a Mare se non è una farsa, è sicuramente una sceneggiata.
Attori principali – rende noto il coordinatore provinciale di Italia del Meridione, Raffaele Papa-sono il senatore  Antonio Gentile e il ministro della Salute Beatrice Lorenzin che, con candore da far invidia a Biancaneve, hanno l’ardire di dichiarare che grazie alla loro politica si riaprirà il nosocomio.
Niente di più falso!
Chi conosce i fatti sa bene che tali deliranti affermazioni non trovano alcun fondamento nella realtà in quanto: l’ospedale è stato chiuso da loro stessi in quanto facenti parte della Giunta Regionale che sosteneva l’allora presidente e commissario alla Sanità GiuseppeScopelliti;
il Presidio, se e quando riaprirà, sarà solo per l’impegno di cittadini e sindaci che con caparbietà hanno ottenuto da parte della magistratura 3 sentenze favorevoli contro le decisioni della politica; il ministro della Sanità Lorenzin ed il senatore Gentile non hanno mosso un dito né per rimuovere il Commissario Scura, né per far applicare le sentenze, anzi hanno affiancato la sua opera nominando un sub commissario nella persona di Urbani che ha mantenuto chiuso il presidio ospedaliero; la stessa Giunta regionale presieduta da Scopelliti con DPGR n.122 del 28/11/2011 nominò direttore dell’Asp di Cosenza il dottor Scarpelli che tutti sanno essere vicino al senatore Gentile; lo stesso Scarpelli mise in atto con Deliberazione n.326 del 28/03/2012il Decreto di Riconversione del P.O. di Praia trasformando lo stesso in Casa della salute; fu lo stesso Scarpelli a trasferire il personale medico, paramedico ed infermieristico in altre sedi sguarnendo totalmente Praia a Mare.
Attualmente bisogna dare atto all’Asp di Cosenza della massima disponibilità nell’intervenire con sollecitudine per sopperire a tutte le carenze determinate dalle precedenti dissennate gestioni.
Questi i fatti e quindi la verità di quanto avvenuto.
Si poteva far a meno anche del commissario Sciabica se i commissari Scura ed Urbani, con le disposizioni del Ministro Lorenzin e del Senatore Gentile, avessero dato applicazione alla prima Sentenza del Consiglio di Stato.
Quindi, la si smetta di raccontare favolette che mal si addicono a rappresentanti istituzionali.
Ad oggi, far ritornare il personale non è cosa semplice nè fattibile in tempi brevi perché o in pensione o impegnati in altre strutture e, pertanto, non resta altro al determinato commissario Sciabica di perfezionare l’iter di apertura avviato chiedendo al Tavolo Adduci presso il Ministero della Sanità uno specifico provvedimento che autorizzi all’assunzione del personale necessario.
Bene, se è vero che Gentile e Lorenzin vogliono l’apertura dell’Ospedale di Praia a Mare,questa è l’occasione per dimostrarlo, si impegnino a far emettere il Decreto, basta mezza giornata!
Diversamente, la concludano con questa ennesima sceneggiata sulla pelle dei cittadini».

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com