Attualità

Lavori riapertura scuole, Occhiuto: «Privilegiati interventi necessari per emergenza Covid19. No costosi arredi!»

gli arredi di design di cui era stato proposto l'acquisto

COSENZA – «Procedono a spron battuto i lavori che la nostra Amministrazione Comunale, di concerto con le Istituzioni Scolastiche, ha messo in campo per fornire concreto riscontro al fabbisogno dei 5 Istituti Comprensivi della nostra città per lo svolgimento in sicurezza delle attività didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da covid-19». Lo sottolinea in una nota il Sindaco Mario Occhiuto.

«Sfruttando al massimo i contributi statali dedicati – afferma, inoltre, il Sindaco Occhiuto – abbiamo privilegiato gli interventi strettamente necessari per il reperimento di spazi didattici aggiuntivi, adattando gli ambienti della Città dei Ragazzi, pronti ad accogliere 500/600 bambini in maxi-aule che consentono la collocazione, in sicurezza e in ambienti idonei, di intere classi, col vantaggio di evitare la suddivisione in sottogruppi e di ottimizzare le risorse di organico nella disponibilità delle scuole. Criterio adottato, laddove possibile, anche nei plessi già adibiti a scuola, attraverso opere di edilizia leggera (abbattimento di pareti, impianti, finiture) senza trascurare la programmazione (sfruttando ogni giorno fino all’inizio della scuola) di interventi di manutenzione ordinaria e di bonifica e pulizia degli spazi interni ed esterni. Attività e soluzioni apprezzate dai Dirigenti Scolastici, con i quali si è instaurata una preziosa sinergia e una proficua collaborazione. In tale contesto – fa notare il Sindaco Mario Occhiuto – stride terribilmente la richiesta di chi, in rappresentanza di un’istituzione scolastica, sembra voler approfittare del contributo straordinario Covid per richiedere costosi arredi di design (peraltro prodotti in via esclusiva da un’unica ditta) per nulla rispondenti, in termini di intervento, alle caratteristiche di urgenza e necessità che attribuiscono ammissibilità alle spese finanziate. Inoltre, gli ambienti che dovrebbero accogliere tali arredi, in considerazione dell’insufficienza di organico delle scuole, si configurano quasi come dei luoghi dove quei pochi bambini in esubero rispetto alla capienza delle aule verrebbero ad essere “parcheggiati” senza che sia loro garantito il diritto ad essere adeguatamente seguiti sul piano didattico-educativo. Come se tutto ciò non fosse sufficientemente deprecabile – conclude il Sindaco Occhiuto – c’è sempre qualcuno che specula sulle situazioni, diffondendo tra i genitori comunicati che hanno il solo effetto di guastare il clima collaborativo, accrescendo tensione e preoccupazione in un momento delicato in cui solo la sintonia e la compattezza delle istituzioni può rassicurare i cittadini».

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com