Attualità

Morte Sarino Maida, il cordoglio del mondo politico calabrese

CATANZARO – Sarino Maida, ex sindacalista Cgil, docente e storico militante della sinistra italiana, è venuto a mancare ieri,all’età di 83 anni, a seguito di una malattia. Tra coloro che più contribuirono a radicare nel catanzarese la Cgil-scuola, attivamente partecipe alla vita politica e culturale della sua città, Maida è stato oggi ricordato da diversi rappresentanti del locale panorama politico.

Lo ricordano innanzitutto i suoi compagni di milizia politica e sindacale, come «intelligente, colto, spiritoso, combattivo e coerente, ma sempre umano ed affabile, Sarino era ovunque a suo agio, nella discussione politica più aspra e nel dibattito culturale. Ha trasmesso a tante generazioni di studenti ben più che non i rudimenti delle sue materie, ha insegnato dignità, curiosità intellettuale, senso civico. Noi – ricordano ancora -, che l’abbiamo avuto compagno di lotta politica, abbiamo potuto apprezzare la sua passione unita al rigore “scientifico” del militante comunista, il suo amore per Catanzaro, la sua capacità di guardare ai problemi da un punto di vista mai scontato e banale, un senso critico spiccato, una vis polemica sempre temperata dall’ironia».

Si aggiunge al cordogli anche Enzo Bruno, presidente della provincia di Catanzaro, che ricorda come Maida «con la sua passione civile e politica ha segnato il dibattito e la vita amministrativa di una città moderata come Catanzaro, che ha sempre cercato di stimolare con la sua dialettica ironica e la sua cultura brillante». Gli fa eco anche Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria: «Con la scomparsa del professor Sarino Maida – scrive Oliverio –  la Calabria perde uno degli intellettuali più raffinati e uno dei politici più intelligenti, che hanno dato voce e rappresentanza alle istanze  più autentiche della cultura democratica e meridionalista. La sinistra calabrese, che oggi ha perso uno dei compagni più rappresentativi, credo che dovrà presto riflettere sulla figura di Sarino Maida, un modello di politico impegnato con la stessa forza e dirittura morale nelle battaglie del quotidiano a favore dei più deboli e nelle grandi utopie per la creazione di una società più giusta, di eguali, ancorata ai grandi valori della cultura e della libertà».

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top