Attualità

Napoli club dona mascherine ad ospedale e miliari di Castrovillari. Cospicui aiuti anche da raccolta fondi “Anti Covid-19”

ospedale-militari-castrovillari

CASTROVILLARI (CS) – Mascherine chirurgiche acquistate grazie ad una raccolta fondi avviata dal Napoli club di Castrovillari sono state donate all’ospedale della città del Pollino e ai militari della Compagnia Genio Guastatori di stanza alla caserma “Ettore Manes”. All’iniziativa, fa sapere il sodalizio di tifosi, hanno aderito diversi cittadini castrovillaresi che hanno consentito di mettere in atto un’ulteriore raccolta di denaro. «Inoltre – si legge nel comunicato del club di tifosi della squadra partenopea – si è provveduto ad effettuare una raccolta alimentare, grazie alla fattiva e preziosa collaborazione della Conad di Giuseppe Sangiovanni e F.lli, distribuendo equamente buoni spesa tra le strutture Casa Betania e Casa di Y’shua. Il Napoli Club Castrovillari, ringrazia tutti coloro che hanno fattivamente partecipato alla raccolta fondi ed in particolare la tipografia industriale Glf che ha supportato l’iniziativa».

RACCOLTA FONDI “CASTROVILLARI ANTI COVID-19”

E grazie ad un’altra iniziativa di solidarietà è stata consegnata questa mattina una barella di bio contenimento all’ospedale di Castrovillari, insieme a 1000 mascherine chirurgiche e 50 camici protettivi monouso. Gli acquisti, frutto della raccolta fondi “Castrovillari Anti Covid-19”, promossa da due giovani, Davide Mirone e Paolo Falcone, tramite la piattaforma online “Go Fund Me”, sono stati effettuati personalmente dai ragazzi dopo un’attenta analisi delle esigenze della nostra struttura sanitaria. 
L’iniziativa – è spiegato nel comunicato – è nata pochi giorni dopo dello scoppio dell’emergenza nazionale dovuta alla diffusione del nuovo coronavirus, che ha visto una forte pressione sulle strutture ospedaliere italiane.
La grande maratona della solidarietà si è nutrita di donazioni arrivate da ogni parte d’Italia, finanche dal Canada e dall’Australia, grazie alla generosità di immigrati di origini castrovillaresi.
La cifra raccolta è volata oltre i 13 mila euro in meno di due settimane (12.614,12€ al netto delle tariffe trattenute dalla piattaforma) ed i due ragazzi, in costante contatto con la direzione sanitaria del “Ferrari”, nelle persone del dott. Raffaele Cirone e del dott. Giuseppe Maurelli, hanno optato per l’acquisto di una barella di bio-contenimento, di primaria importanza nel trattamento dei pazienti affetti da covid o sospetti tali, poiché favorisce il trasporto del paziente nei reparti evitando il contagio del personale medico e degli ambienti che egli attraversa. «Il costo totale della barella – si legge ancora – è stato di 11.468€. Con la cifra rimanente, è stato deciso, sempre d’accordo con il nosocomio, di acquistare alcuni dispositivi di protezione individuale di quotidiana necessità per l’ospedale, quali 1000 mascherine chirurgiche e 50 camici protettivi monouso». «Nei prossimi giorni – fanno sapere i ragazzi – provvederanno ad acquistare con le ultime risorse, dei guanti in lattice monouso».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com