Attualità

Per la giornata mondiale del Rifugiato a Cosenza proiezione del documentario “Redemption Song”

COSENZA – Il 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato e, per l’occasione, l’Associazione La Kasbah in collaborazione con Officine Babilonia ha organizzato un’iniziativa di sensibilizzazione sulle tematiche delle migrazioni forzate e dell’asilo, basata sulla proiezione del documentario “Redemption Song”. La manifestazione si apre alle 17 con la mostra “Capoeira Quilombola” realizzata da Agnese Ricchi, artista indipendente che basa il suo lavoro sulle relazioni con i disegni prodotti dai bambini, sia italiani che di Paesi lontani. Durante le riprese del documentario, l’artista ha curato un laboratorio pittorico sulla tematica della Capoeira con i bambini di un quilombo brasiliano, abitato da discendenti di schiavi africano arrivati in Sudamerica. Tali disegni sono stati assemblati dall’artista sulla juta, antica fibra vegetale. Seguirà Roda di Capoeira, a cura del Gruppo Senzala Cosenza. La proiezione del documentario è prevista per le 18,30. Si tratta di un lavoro prodotto da Solaria Film e LAGO Film e distribuito da Movimento Film, col patrocinio di Amnesty International. Ha di recente vinto il premio Rai Cinema al Festival Visioni dal Mondo. È stato girato tra Guinea, Senegal, Brasile e Italia, avente come protagonista il rifugiato guineano Aboubacar Cissoko, ex ospite del progetto Sprar “Asylon, Cosenza: la città dell’accoglienza”. Nel documentario, Cissoko, durante un viaggio verso l’Africa, si racconta e ci racconta la voglia di riscatto per il suo popolo, che passa dall’abolizione del falso mito dell’occidente, alla crescita e all’emancipazione della propria terra da conflitti e povertà. Al termine della proiezione seguirà un dibattito in cui saranno invitati a partecipare la regista del film documentario Cristina Mantis, il protagonista Aboubacar Cissoko, che racconterà del suo viaggio da e verso l’Africa. Alle 20 è previsto un aperitivo con degustazione di pietanze etniche a cura degli ospiti del progetto SPRAR di Cosenza. Alle 22 il concerto dei Kidida, band afro-calabra i cui brani sono colonna sonora del documentario “Redemption Song”. La band è composta da artisti di diversa cultura e provenienti da tutti i continenti il cui obiettivo è quello di «trasmettere attraverso la musica e le contaminazioni musicali un messaggio di pace nel mondo».

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top