Attualità

Piccole e medie imprese: il percorso per la competitività internazionale passa da Rende

Spin

RENDE (CS) – Centinaia di imprese in arrivo a Rende alla ricerca di partner per fare rete e sviluppare idee innovative che possano permettere di essere competitivi sui mercati internazionali. E’ questo uno degli aspetti di SMM 2019, Smart Manufacturing Matchmaking, in programma all’Ariha Hotel da mercoledì 20 a venerdì 22 novembre.

L’evento è organizzato da SPIN – Ricerca Innovazione e Trasferimento Tecnologico S.r.l., partner di Enterprise Europe Network, rete della Commissione Europea, che aiuta le piccole e medie imprese a sviluppare il loro potenziale competitivo ed innovativo in una dimensione internazionale.

Attraverso servizi gratuiti ed avanzati, Enterprise Europe Network favorisce lo sviluppo della ricerca, l’accesso a finanziamenti europei e la cooperazione; l’obiettivo di SMM 2019 si sposa, quindi, perfettamente con la mission di “SPIN” ed “Enterprise Europe Network” ed è quello di prendere per mano le piccole e medie imprese operanti nello Smart Manufacturing / Industria 4.0 al fine di renderle competitive a livello internazionale, attraverso l’incontro con altre PMI, imprenditori e gruppi di ricerca.

Un’intensa tre giorni, quindi, suddivisa in brokerage, workshop ed una parte scientifica, curata dal DIMEG (Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale) dell’Università della Calabria, che curerà le pubblicazioni in fatto di industria 4.0 e renderà note presentazioni scientifiche.

“Sono oltre 100 – dice il presidente di SPIN, Carmine Antonio Donato – gli operatori tra imprese, ricercatori ed istituzioni che prenderanno parte all’evento dedicato allo smart manufacturing ed il 45% di essi provengono dall’estero. In Calabria non sono molti gli eventi dedicati all’incontro tra imprese e quindi a fare rete per l’internazionalizzazione del mercato. Noi lo abbiamo fatto, attraverso questa serie di incontri e workshop”.

Tra i numerosi workshop, Donato ne sottolinea due in particolare: “Il primo riguarda l’accesso al credito, curato dal Banco di Sardegna, che gestisce un fondo messo a disposizione dal Miur per l’innovazione e la ricerca; il secondo dedicato alla partecipazione delle PMI al programma quadro di ricerca Horizon 2020 con la partecipazione di esperti dell’APRE, l’agenzia per la promozione della ricerca europea”.
Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com