Attualità

Protesta dei sindaci, statale 106 bloccata

Protesta 106 1CUTRO (KR) Alcune centinaia di persone, tra le quali una decina di sindaci del crotonese, hanno attuando un blocco della statale 106 in località Steccato, a Cutro. La protesta è stata organizzato dal Comitato “Le nostre strade groviera” per protestare per le condizioni precarie della viabilità lungo le strade della provincia. I manifestanti permettono il transito solo ai mezzi di soccorso. Alla manifestazione hanno partecipato anche il presidente della Provincia e sindaco di Crotone Peppino Vallone, numerosi sindaci tra qui quelli di Petilia Policastro, Mesoraca, Cotronei, Roccabernarda, Scandale, Santa Severina, San Mauro Marchesato, Isola Capo Rizzuto, ed il consigliere regionale di Calabria in Rete Flora Sculco,Protesta 106 2 la quale ha rilasciato la seguente dichiarazione:  «C’e’ una questione meridionale irrisolta che, al di là dei temi più generali, si rintraccia persino nel livello di manutenzione delle strade di questa parte della Calabria. Mi riferisco alle strade provinciali del Marchesato Crotonese, incredibilmente poco sicure, che mettono in discussione il diritto costituzionale alla mobilità. I sindaci di questa parte della Calabria, che questa mattina hanno manifestato lungo la Ss106 all’altezza dell’incrocio di Steccato di Cutro,  per denunciare la grave situazione in cui versa la viabilità provinciale, chiedono un incontro urgente con il presidente Mario Oliverio. Naturalmente, segnalerò questa emergenza intollerabile attraverso un ordine del giorno che presenterò in Consiglio regionale. Sono qui per dare man forte ai sindaci e sostenere le ragioni di questa parte della Calabria che si sente sempre più emarginata ed ha Protesta 106 3assoluto bisogno di maggiore attenzione. Le strade provinciali del Marchesato Crotonese, come più volte i sindaci hanno fatto notare, versano in condizioni tali da mettere in grave pericolo l’incolumità dei cittadini. Assistiamo, purtroppo, ad un aggravamento delle condizioni della ‘106’, ormai diventata un serial killer mentre si stenta a trovare le necessarie soluzioni per ammodernarla, e ad un’umiliante condizione delle strade provinciali che rendono assai difficoltosa la possibilità per un intero territorio di raggiungere in tempi accettabili i centri urbani di riferimento compresi i capoluoghi di provincia e di regione. Sono sicura che il presidente Oliverio vorrà ascoltare la delegazione dei sindaci e che, continuando a tenere alta la guardia, si riuscirà ad apportare le necessarie opere di manutenzione ordinaria e straordinaria di cui il reticolo viario provinciale del Marchesato Crotonese ha assoluto bisogno. Oltre alle questioni di rilevanza tecnica che attengono ai problemi della sicurezza e della mobilità, è in discussione la dignità di centri urbani che meritano di essere ascoltati e accompagnati nel percorso di soluzione dei problemi sollevati».Protesta 106 4

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com