Attualità

SalusFest, la salute dei cittadini prima di tutto. Da Cosenza un messaggio positivo

COSENZA – Una bella giornata dedicata alle politiche urbane e alla salute dei cittadini, oltre che allo studio dell’attuale situazione della sanità calabrese, quella che si è vissuta oggi nel centro storico cosentino, dove si sta svolgendo il “Salus Fest”, il primo festival dedicato alla salute e al benessere, promosso dall’Amministrazione comunale cosentina. Il sindaco, Mario Occhiuto, ha affermato stamattina di credere molto in questa manifestazione e ha ufficialmente candidato Cosenza a diventare “citta’ della salute”, grazie anche ai prossimi interventi sul tessuto urbano, che si arricchira’ di un vero e proprio parco-benessere e di una pista ciclabile che attraversera’ tutto il centro urbano. Oggi a Cosenza c’era anche Roberto Pella, vice presidente vicario dell’Anci, che ha dato un importante annuncio: «la prossima settimana saremo a Houston ad un convegno con i 15 sindaci più importanti del mondo – ha detto Pella – e nel mio intervento in assemblea plenaria io parlerò anche di Cosenza, testimonianza di come in Italia siamo all’avanguardia sulle tematiche che oggi stiamo affrontando». La giornata ha regalato anche, ai più piccoli, uno spettacolo teatrale molto apprezzato, incentrato sulla valenza della sana alimentazione. Il “Salus Fest” offre anche la possibilità di visitare, nella Villa Vecchia, un vero e proprio “Villaggio della Salute”, dove è possibile donare il sangue ed avere consulenze mediche gratuite. E proprio grazie ad uno screening gratuito, ieri un giovanissimo studente ha scoperto di essere ammalato di diabete. E’ stato anche, per le sue condizioni, ignote anche alla sua famiglia, immediatamente portato, per approfondimenti, all’ospedale di Cosenza. Il festival si concluderà domani, domenica 22 ottobre, con diverse iniziative. Alle ore 10,00 nella Sala Quintieri del Teatro Rendano, si discuterà de “La dieta mediterranea e i meccanismi di restrizione calorica”. Il convegno, organizzato da Health Center – Centro Biomedico e Nutrizionale di Cosenza, vedrà alternarsi accademici e biologi nutrizionisti che approfondiranno i diversi aspetti connessi alla dieta mediterranea, come il concetto di longevità, le proprietà nutrizionali dell’olio di oliva, oltre che le implicazioni più scientifiche della dieta e le neuroinfiammazioni collegate all’aumento del peso. «La restrizione calorica, infatti, serve non solo a ridurre il peso corporeo (che rappresenta il primo obiettivo per cui è stata proposta) – ha dichiarato Ennio Avolio, responsabile della Nutrizione presso Health Center, patologo clinico e ricercatore presso il Dibest dell’Unical – ma sembra anche rallentare l’invecchiamento cellulare in quanto agisce su una serie di processi o di molecole ad esso associati». All’incontro parteciperanno, oltre ad Ennio Avolio, anche Antonino de Lorenzo, direttore della scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione dell’Università Tor Vergata di Roma, Giuseppe Passarino, Professore Ordinario di Genetica all’Universita della Calabria, Maurizio Mandalà, Ricercatore dell’Universita della Calabria, e Claudio Pecorella, Biologo Nutrizionista Sport Nutrition Lab. Ma domattina si svolgerà anche un’interessante “passeggiata della salute”, che partirà alle ore 10,00 da piazza Bilotti e vedrà la partecipazione di appassionati e sportivi ma anche della giovane atleta paraolimpica Nicole Orlando. L’associazione CosenzAcuore consegnerà poi 12 defibrillatori e 100 corsi di BLS-D alle scuole cosentine. Dettagli disponibili sul sito internet www.salusfest.it .

Print Friendly, PDF & Email





To Top