Attualità

Salute, i giovani medici saranno pagati con i voucher? La proposta di Giuseppe Graziano

COSENZA – Impiegare i medici neo laureati calabresi, ancora in cerca di sistemazione, per smaltire le lunghe liste d’attesa e garantire ai cittadini il diritto alla Salute. Questa la proposta avanzata dal Segretario questore del Consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Graziano, alla Giunta Oliverio affinché la perori presso l’ufficio del Commissario straordinario per la Sanità in Calabria ed avvii uno studio di fattibilità del progetto. Il principio di fondo dell’idea proposta da Graziano è che i giovani medici specializzati possano essere pagati attraverso voucher per smaltire visite per le quali si prevedono tempi d’attesa lunghi. «In Calabria – dice Graziano – la sanità è incapace di dare risposte alla gente perché nel sistema di disfunzioni creato negli ultimi decenni non si è mai pensato, in realtà, alle esigenze dell’utenza. Ora, invece, che le risorse disponibili sono state ridotte al lumicino, bisogna essere lungimiranti nel tagliare gli sprechi, dove realmente ci sono, e mettere in campo nuove idee. Quella di una task-force di giovani medici per tamponare la prima emergenza e garantire lo smaltimento delle liste d’attesa in tempi brevi è sicuramente un’idea da tenere in considerazione. In quanto è già stata posta allo studio di fattibilità dalla Regione Piemonte nelle settimane scorse e che, dopo aver ricevuto l’OK da tutti gli enti di settore, è pronta ad essere operativa».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com