Attualità

Scompare prematuramente Antonio Schiavelli, noto produttore di agrumi

CORIGLIANO – ROSSANO (CS) – Aveva 59 anni Antonio Schiavelli, noto produttore di agrumi calabrese e presidente di Unaproa (Unione nazionale tra organizzazioni di produttori ortofrutticoli) . Schiavelli è venuto a mancare a causa di una lunga e grave malattia.

«Il dott. Antonio Schiavelli – si legge in una nota della Coldiretti – ha lasciato l’esistenza terrena dove si è contraddistinto per le sue doti, umane, morali e professionali svolte con spirito di servizio e grande competenza per l’agricoltura e l’agroalimentare sempre con quel suo sorriso e sguardo contagioso e una ricerca e approfondimento continuo».

Non solo produttore e lungimirante imprenditore, ma anche autore di numerosi saggi sulla produzione agricola.

«Ci uniamo al cordoglio per la scomparsa di un uomo di grande intelligenza e valore, che abbiamo avuto modo di conoscere intensamente ed apprezzare – hanno dichiarato il Presidente della Coldiretti Calabria Franco Aceto e il Direttore Francesco Cosentini – che ne sottolineano l’impegno incessante per lo sviluppo dell’agricoltura e dell’Organizzazione economica dei produttori. La Coldiretti calabrese ne ricorda la profonda conoscenza del settore ortofrutticolo e la grande capacità organizzativa che ha voluto fino all’ultimo condividere contribuendo alla crescita competitiva del Made in Italy con una attenzione costante alla progettualità e innovazione capacità che lascia in diversi suoi scritti e studi. Con questi sentimenti e i diversi e nitidi ricordi, esprimiamo la più commossa e affettuosa partecipazione al dolore dei congiunti e degli amici».

La camera ardente sarà allestita oggi  nella sede di Coldiretti a Roma dalle 12.00 alle 14.30. La salma sarà poi trasportata a Corigliano Calabro, suo paese di origine dove domani sabato 27 aprile alle 16.00 saranno celebrati i funerali nella chiesa di Sant’Antonio.

Anche la redazione di ottoetrenta.it esprime cordoglio per la prematura scomparsa di Schiavelli

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top