Attualità

Unical, 5 mln di euro per il diritto allo studio. Leonetti: «La nostra proposta è realtà»

ARCAVACATA DI RENDE (CS) – Buone notizie per gli studenti dell’Università della Calabria. La giunta regionale, nella seduta svoltasi ieri, ha stanziato altri 5 milioni di euro per il diritto allo studio. Ad annunciarlo Michele Leonetti, senatore accademico in carica per Rinnovamento è Futuro e presidente dell’associazione Sud. Leonetti si è detto «soddisfatto, in quanto il lavoro cooperativo tra GD Calabria, istituzione regionale e rappresentanza studentesca ha permesso di rendere il diritto allo studio effettivo per tutti». Lo stesso senatore accademico, lo scorso 15 novembre, aveva presentato alla commissione bilancio del consiglio regionale e al suo presidente, l’onorevole Giuseppe Aieta, la situazione in cui versava il diritto allo studio: ben il 31%, corrispondente a 2600 studenti, nel sistema universitario calabrese risultava idoneo non beneficiario. Molte e lunghe le battaglie della rappresentanza studentesca per abolire la categoria dell’idoneo non beneficiario, ritenuta «aberrante e non costituzionalmente tutelata». Queste sono state le parole del medesimo Leonetti e, a seguito della proposta politica di incrementare i fondi del diritto allo studio, la giunta regionaleha  deliberato  lo stanziamento ulteriore di 5 milioni di euro oltre ai 4,9 già stanziati. Questi 5 milioni avranno un effetto moltiplicatore sul FIS (Fondo integrativo statale) e ciò, secondo il senatore accademico, comporterà la copertura totale degli idonei beneficiari, anche se la cautela impone di attendere quelli che saranno i dati ufficiali. «Questa è la politica dei fatti – ha dichiarato Michele Leonetti -, che trasforma le parole in cose concrete. La cooperazione tra istituzioni è stata fondamentale. Ringrazio i Gd calabria con Mario Valente e Michele Rizzuti, l’onorevole Aieta come presidente della Commissione Bilancio del Consiglio Regionale, che si è speso affinché questo diventasse realtà e inoltre il presidente della Regione Calabria  Mario Oliverio che è stato il fautore deliberate che ha reso tutto questo possibile. Ora – ha concluso Leonetti – convocheremo una conferenza stampa, alla quale saranno invitati tutti gli studenti che scorreranno in graduatoria e diventeranno idonei beneficiari, così da far capire che la politica, se fatta bene, può cambiare la vita delle persone. Questa è una svolta storica, la regione non ha mai investito così tanto nel diritto allo studio. È bello che tutto questo però sia partito da noi studenti mettendo al centro l’attività cooperativa, perché nessuno si salva da solo».

Print Friendly, PDF & Email





To Top