Attualità

Unical, ecco Aetos. La prestigiosa monoposto del Reparto Corse dell’Ateneo

ARCAVACATA DI RENDE (CS) – In una conferenza stampa prevista per il prossimo mercoledì 28 settembre a partire dalle 11 in Aula Magna presso l’Università della Calabria saranno svelati i segreti di Aetos, la monoposto dell’Ateneo calabrese che, nella prova di fine luglio a Varano, nell’ambito della formula SAE Italia, ha centrato risultati importanti. Una gara definita dal team di Unical Reparto Corso «la migliore di sempre». I ragazzi del campus di Arcavacata hanno ottenuto un ottimo quarto piazzamento su 40 università partecipanti, provenienti da tutto il mondo, con 4.01 sec rispetto ai 3.79 sec della prima classificata; Aetos è poi arrivata settima nello skidpad (5.16 sec rispetto ai 4.96 sec della prima); settima nell’autocross e terza nella prova di endurance. Guardando alle sole prove dinamiche, Aetos è stata la terza macchina più veloce in pista, dietro solo ad una vettura tedesca ed una polacca, ma davanti a tutte le  università italiane (politecnico di Milano e delle Marche, università di Padova, Pisa, Parma, Bologna, Lecce, Tor Vergata e Firenze). Considerando, invece, le prove teoriche, c’è stato un terzo posto nel design della vettura, riconoscimento attribuito direttamente da Aldo Costa, ex progettista Ferrari ed attualmente responsabile del Progetto e Sviluppo della squadra di Formula 1 Mercedes. La classifica finale ha visto il reparto corse calabrese centrare il quarto posto con 723 punti dietro l’Università di Firenze con 745 punti, l’Università di Blalistok con 778 punti e l’Università di Coburg arrivata prima con ben 915 punti su 1000.

All’incontro di mercoledì prenderanno parte il rettore Gino Mirocle Crisci e l’Assessore Regionale alle Infrastrutture Roberto Musmanno.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: Unical, ecco Aetos. La prestigiosa monoposto del Reparto Corse dell’Ateneo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top