Cronaca

La voce di studenti e lavoratori: “non si può viaggiare così!”

CASTIGLIONE COSENTINO (CS)-  Mercoledì, finiscono i corsi ed iniziano le amate vacanze per gli studenti dell’Università della Calabria. La notizia non è un segreto ma, come al solito, l’organizzazione dei mezzi di trasporto, e non soltanto, tarda ad arrivare. Ieri sera, cosa accaduta in molti autobus,  alcuni ragazzi sono stati costretti a rientrare a casa, dopo aver provato in diverse fasce orarie per ritornare nei propri paesi. Chi, tra questi, è pendolare a Cosenza ha dovuto sperare di poter trovare un posto. Sui Treni di Ferrovie della Calabria la situazione si è dimostrata tragica: pochi vagoni ad accogliere centinaia e centinaia di persone nelle giornate di oggi e di ieri.  Stamattina alle ore 11.30 il treno regionale che da  Cosenza porta a Melito di Porto Salvo si è presentato a Castiglione Cosentino con soltanto 3 vagoni,  davanti agli sguardi scombussolati di tutti i presenti. Le persone, dopo aver fatto una lunga fila per poter comprare il biglietto, sono state costrette a stringersi insieme come sardine chiedendosi come fosse possibile che una zona universitaria fosse così carente di servizi in prossimità dei giorni pasquali. I passeggeri hanno viaggiato in pessime condizioni di sicurezza a causa della mancanza di passaggi che non avrebbero permesso ad una persona in difficoltà o con un problema di salute di poter essere soccorsa. Di seguito alcune delle foto che mostrano la situazione, almeno in parte.

DSC_0490

DSC_0488

Concetta Galati

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top