Cronaca

Nascondeva in casa oltre 500 grammi di cocaina, arrestato 40enne

PEDACE (CS) – I carabinieri della Stazione di Pedace, guidati dal Comandante, Luogotenente Riccardo Lupinacci, e coadiuvati da un’unità cinofila dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria di Vibo Valentia, hanno sottoposto a controllo A.S., 40enne, commerciante porta a porta di bombole di gas di Trenta, località del neo costituito comune di Casali del Manco.

Nello specifico, i militari nel corso della perquisizione presso il magazzino utilizzato dall’uomo quale deposito, e con l’ausilio di Akim, il cane antidroga, hanno ricevuto spontaneamente dall’uomo una busta di cellophane contenente un panetto di sostanza stupefacente del tipo hashish di circa 80 grammi, nella speranza di sottrarsi ad ulteriori approfondimenti. Nonostante ciò, i carabinieri hanno proceduto ad una meticolosa perquisizione di tutti gli ambienti, nel corso della quale il fiuto del pastore tedesco li ha condotti in diversi punti dell’abitazione dove sono stati rinvenuti numerosi oggetti utili al confezionamento, sui quali si individuavano non esclusivamente tracce di hashish, ma anche di cocaina, a dimostrazione del fatto che il 40enne potesse celare altra sostanza stupefacente.

In particolare nella camera da letto dell’uomo, abilmente occultata nel doppio fondo di un armadio guardaroba a muro, è stato ritrovato oltre mezzo chilogrammo di cocaina, accuratamente confezionato sottovuoto, ed a fianco una scatola da scarpe del denaro contante per alcune decine di migliaia di euro. Proseguendo nelle operazioni è stata poi rinvenuta, celata nel cassetto di un mobile ubicato nel piano seminterrato della palazzina, una cartuccera con 35 colpi cal. 7,62 traccianti, utilizzabili per diverse tipologie di armi da guerra come AK-47 Kalashnikov e MG 42/59.

A seguito dell’operazione di perquisizione nell’abitazione sono stati quindi sequestrati 556 grammi di cocaina purissima che, adeguatamente tagliata e venduta al dettaglio, avrebbe fruttato al 40enne un incasso di circa 75.000 euro; 78 grammi di hashish; 550 euro in banconote da 100, 50 e 20 euro, probabile provento della pregressa attività di spaccio degli stupefacenti; del materiale impregnato di entrambe le tipologie di sostanza ed utilizzato per il confezionamento in dosi, tra cui un bilancino, una macchinetta per il confezionamento sottovuoto, diverse posate da cucina, buste e cartine; e 35 munizioni da guerra cal. 7,62.

Completate le formalità di rito, l’uomo è stato quindi arrestato e tradotto presso l’istituto penitenziario del capoluogo bruzio, in attesa della convalida.

«Ancora una volta – sottolinea il Tenente Colonnello Piero Sutera del Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza– la professionalità e l’intuito investigativo dei militari dell’Arma hanno impedito l’immissione nelle piazze di spaccio di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente. Infatti, nel 2018 l’azione condotta nello specifico ambito operativo dai Carabinieri del Comando Provinciale di Cosenza è stata serrata, come dimostrano i dati registrati nel primo trimestre: ad oggi, sono stati sequestrati circa 18 kg. di marijuana, oltre 14 kg. di hashish, quasi 1,3 kg. di cocaina ed ancora 140 grammi di eroina, a riprova che purtroppo i consumi di sostanza stupefacente sono in netta crescita. Si tratta certamente di un fenomeno che colpisce tutte le fasce d’età, anche giovani non ancora maggiorenni; e soprattutto il fenomeno deve considerarsi trasversale, giacché riguarda tutte le classi sociali, come comprovato dallo spaccato delle 92 persone segnalate alla Prefettura di Cosenza quali assuntori di sostanze stupefacenti e dall’elevato numero di patenti di guida ritirate per guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top