Cronaca

‘ndrangheta, maxi confisca di beni a cosca Labate

finanzieri

REGGIO CALABRIA – I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria e del Nucleo Speciale di polizia valutaria, con il coordinamento della Dda  hanno sequestrato beni per 33 milioni di euro, appartenenti a esponenti della cosca Labate, operativa nei quartieri Gebbione e Sbarre di Reggio Calabria.

I beni confiscati

Tra i beni confiscati figurano il patrimonio e quote sociali di 5 complessi aziendali, 62 tra fabbricati e terreni, 3 auto e rapporti finanziari/assicurativi e disponibilità finanziarie. Con la confisca di oggi, il valore dei beni sottratti alla ‘ndrangheta dalla Guardia di finanza di Reggio negli ultimi 18 mesi, sale ad oltre 630 milioni.

Tra i soggetti interessati al provvedimento c’è Michele Labate, di 62 anni, ritenuto esponente di vertice della cosca insieme al fratello Pietro e già condannato per associazione mafiosa.

Il sequestro è avvenuto in esecuzione di un provvedimento dell’Ufficio misure di prevenzione del tribunale su richiesta del procuratore aggiunto Calogero Gaetano Paci e del pm Stefano Musolino.

 

   

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com