Cronaca

Sequestrati beni immobili a presunto affiliato cosca Faro-Marincola

CORIGLIANO ROSSANO (Cs) – Beni mobili e immobili del valore di circa 200 mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Cosenza, in coordinamento con la Dda di Catanzaro, a Vincenzo Santoro ritenuto affiliato alla cosca “Farao – Marincola di Cirò Marina. Il provvedimento di sequestro, finalizzato alla confisca, è stato emesso dal Gip del Tribunale di Catanzaro su richiesta del sostituto procuratore, Alessandro Riello, e con il coordinamento del procuratore aggiunto, Vincenzo Capomolla, e del procuratore Nicola Gratteri.
Santoro è stato coinvolto nell’operazione “Stige” in relazione alla quale lo scorso settembre il Gup di Catanzaro, all’esito del giudizio abbreviato, ha pronunciato una sentenza, di primo grado, di condanna alla pena di oltre 17 anni di reclusione per partecipazione ad associazione mafiosa, procurata inosservanza di pena, favoreggiamento personale, turbata libertà degli incanti, tentata estorsione), tutti aggravati dal 416 bis.
Santoro, secondo i magistrati, è il “controllore” per conto della cosca “Farao – Marincola”, di tutto l’altopiano silano per quanto concerne gli appalti boschivi pubblici e privati si occupa anche del sostegno ai latitanti e della tenuta dei rapporti con le diverse organizzazioni criminali del territorio.
Le indagini patrimoniali svolte dalla Guardia di Finanza di Cosenza hanno evidenziato che, nel periodo interessato, Santoro e i componenti il suo nucleo familiare non hanno prodotto redditi e adeguate risorse economiche, di provenienza lecita, evidenziando la sperequazione tra capacità reddituale e il valore dei beni acquisiti, consistenti in 3 immobili nel comune di Mandatoriccio oltre che in risorse finanziarie

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com