Cronaca

Casi sospetti di Coronavirus in Calabria. Aggiornamenti: test negativi

ospedale_pugliese-ciaccio

CATANZARO – Caso sospetto di Covid19 registrato ieri sera presso l’aeroporto di Lamezia.

La situazione attuale

Sotto stretta osservazione è una ragazza di 26 anni, domiciliata a Catanzaro, che ieri sera era di ritorno da Venezia (aereo con scalo a Fiumicino). Nelle ultime 24-36 ore aveva partecipato ad un convegno insieme ad un collega, a sua volta venuto a contatto con il  trentottenne identificato come “caso 1” a Codogno e ricoverato per Covid19. Lo scanner termico presente in aeroporto ha restituito una temperatura di 37.5 gradi in assenza di altri sintomi, in ospedale 36.9.

Provenendo da area italiana ad altissima sorveglianza, la donna è stata ricoverata al reparto di “Malattie infettive” dell’Ospedale “Pugliese” di Catanzaro (struttura regionale individuata quale riferimento per l’emergenza) in regime di isolamento a pressione negativa.

Come rende noto l’ufficio stampa della Giunta regionale, la paziente non è transitata per il Pronto soccorso, giungendo direttamente in reparto. 

Attualmente la situazione è sotto controllo e la paziente è completamente asintomatica. I risultati del test per SARS-CoV19, effettuato in sede, si attendono per la tarda mattinata.

Ultimi aggiornamenti: test negativi

Ore 12.30

Secondo le prime informazioni della tarda mattinata è risultata negativa ai test la donna di 26 anni di Catanzaro ricoverata ieri sera all’Ospedale ‘Pugliese’ per una sospetta infezione da coronavirus.
La situazione, dunque, è sotto controllo e ogni allarme è ingiustificato.

Il test verrà ripetuto

Ore 13.30

La paziente sarà comunque trattenuta fino a lunedì quando, a scopo precauzionale, sarà effettuato nuovamente il test per il SARS-CoV19.

Ore 20.00

Non sarebbe un caso di coronavirus nemmeno quello riguardante una donna di 37 anni di Campo Calabro che nei giorni scorsi era stata in Veneto.
La situazione della donna é stata segnalata dal suo medico di famiglia. La 37enne é stata ricoverata in isolamento nell’ospedale di Reggio Calabria e sottoposta al test del coronavirus. I tamponi sono stati inviati all’istituto Spallanzani per gli accertamenti del caso.
Il sindaco di Campo Calabro, Rocco Alessandro Repaci, in un comunicato, riferisce che «le persone con le quali la donna é stata in contatto sono, al momento, in quarantena volontaria in via prudenziale. Tutti i provvedimenti fin qui assunti, comunque – aggiunge il sindaco – hanno carattere precauzionale ed al momento non sussiste alcun pericolo. In caso di positività dei test saranno presi i provvedimenti cautelativi a tutela della popolazione».

Domenica 23, ore 8.50

Ha dato esito negativo il primo test eseguito nel Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria sulla donna di 37 anni di Campo Calabro per la quale era sorto il sospetto, essendo affetta da alterazione febbrile e che aveva trascorso di recente un periodo in Veneto, potesse essere affetta da Coronavirus.
La 37enne, comunque, resta ricoverata nel reparto di Malattie infettive in attesa di un secondo test, che sarà effettuato, come da protocollo, secondo quanto informa un comunicato dell’ospedale, a distanza di 24 ore dal primo.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com