Cultura&Spettacolo

Organtino, le tradizioni e il focus sulla Campania. A Castrovillari uno dei Carnevali più belli d’Italia

manifesto Carnevale

RENDE (CS) – Organtino è tradizione, identità e senso della comunità. L’Organtino è dunque è il volto del 61° Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, in programma nella città del Pollino, dal 24 febbraio al 5 di marzo 2019.

Questa mattina, nella Sala De Cardona della BCC Mediocrati di Rende, da anni sponsor ufficiale della manifestazione, è stato svelato il Manifesto dell’edizione 2019

Lo scatto è stato realizzato da Stefano  Ferrante, la grafica da Elmira Boosari STEXEMC2, la foto all’interno della sfera è di Andrea Fata, nelle vesti di Organtino, Camillo Maffia . «Da questa maschera,  di cui si hanno notizie già dal 1635 attraverso Cesare Quintana e realizzata dai professori Martire e Bianchini, cercheremo – ha sottolineato il direttore artistico, Gerardo Bonifati – di creare un “brand” per supportare la manifestazione». Gli ha fatto eco il presidente della Pro Loco Eugenio Iannelli: «L’abbiamo adottata come maschera di Carnevale. L’Organtino sarà la colonna portante intorno al quale gireranno tutti gli eventi della manifestazione». «E’ giusto che una banca di territorio esprima questa vicinanza alla Pro Loco che tanto si impegna per la riuscita della manifestazione», sono invece le parole del presidente della BCC Mediocrati RendeNicola Paldino.

Il Carnevale di Castrovillari grazie al riconoscimento del Touring Club, è entrato a far parte dei “Carnevali più belli d’Italia”, riconosciuto dal Mibact alla pari dei grandi carnevali storicizzati di grandissimo prestigio come Viareggio, Venezia, Putignano, Sciacca, Cento, ecc…

Inoltre, da quest’anno, la manifestazione, organizzata dalla Pro Loco di Castrovillari, è entrata a pieno titolo nei grandi eventi storicizzati della Regione Calabria. Un tassello importante per gli organizzatori, una significativa ripresa dell’attenzione sulla cultura a favore di iniziative di valorizzazione di tradizioni, saperi ed espressioni artistiche, a tutto vantaggio del territorio calabrese e di chi opera nel campo della promozione della cultura segno. Pensiero ripreso dal sindaco, Mimmo Lo Polito: «Una Calabria che sicuramente vuole affermarsi per quelle che sono le cose positive ma segno di un’attenzione che la Regione, ha in tutte quelle manifestazioni che mettono in luce le caratteristiche, le peculiarità , le capacità, le maestranze». «Il Carnevale è per l’intera Calabria ha proseguito Lo Polito, una di quelle manifestazioni su cui puntiamo molto  e dimostreremo che il trend è più che positivo e che la crescita è notevole». A margine dell’evento il consueto il brindisi augurale delle cantine “Ferrocinto” di Castrovillari.

Il primo atto ufficiale di questa grande manifestazione è stato espletato, mentre per conoscere il cartellone degli appuntamenti (di cultura, teatro, danza, sport…), spalmati in dieci giorni, si dovrà attendere la presentazione ufficiale prevista per giovedì 21 febbraio, alle ore 18,00 presso Villa Bonifati  a Castrovillari.

Nell’occasione saranno anche presentati tutti gli eventi collaterali che quest’anno vedranno protagonista la regione Campania, come l’anno scorso fu con la Sicilia.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com