Cultura&Spettacolo

Al teatro Il Minore lo spettacolo sull’Abbé Pierre

CATANZARO – Uno spettacolare viaggio nella faccia oscura dell’umanità, per scoprire come una piccola fiammella nel buio possa, al contrario, accendere un firmamento di azioni positive capaci di redimere l’umanità.

Ecco una possibile sintesi della bella opera teatrale che l’Associazione no-profit EMMAUS Catanzaro ha promosso, coinvolgendo nel nobile progetto di beneficienza la Compagnia del Teatro di Mū di EDIZIONE STRAORDINARIA. Lo spettacolo, che nel titolo porta la dedica all’Abbé Pierre, fondatore del Movimento, allestito per la regia di Salvatore Emilio Corea e l’aiuto-regia di Giuseppe Boccalone, è andato in scena al Teatro IL MINORE presso il Centro per i Giovani di Via Fontana Vecchia mercoledì 22 alle ore 21,00.

Un folto e partecipe pubblico ha suggellato il successo dell’iniziativa, dimostrando sensibilità verso la dimensione umanitaria del progetto. Eclettica e ricca di messaggi simbolici la messa in scena di Corea, con agili cross-over di stili e generi. Alcune perle di prosa, come il frammento di Nekrassov di J.P.Sartre, magistralmente recitato da Mario Marascio, Vanessa Curto e Danilo Rotundo; o la commovente interpretazione di Proibito di Tennessee Williams, resa dai giovanissimi Jasmine Cesareo e Vittorio Zofrea, perfettamente a loro agio nell’universo del drammaturgo di Columbus. Un provocatorio Reading sulle tare razziste della nostra società, reso da Emanuela Gemelli e Pasquale Rogato. Uno splendido momento di musica e canto, avvalorato dall’ottima interpretazione di Marcello Barillà. Un frammento crudo e dolente tratto dall’opera L’Estraneo di F. Corapi, reso in modo impressionante dalla bravura di Gianpaolo Negro, Valentina Rames, Dario Costa e della piccola Valeria Gallo. Un’audace coreografia evocativa e struggente ha saputo tradurre in poesia le miserie della Guerra e dell’Ingiustizia grazie al talento mimico degli allievi della Scuola di Teatro “Enzo Corea”: Letizia Pullano, Noemi Critelli, Cristina Pappaterra, Claudia Iannì, Fiammetta Ornella Silipo, Viviana Datola, Simona Cuteri, Letizia Ferragina, Mariapaola Cuteri, Silvia Sestito, Lucrezia Petitto, e grazie alla capacità interpretativa di Daria Mirante Marini, Mia Carmen Talarico e Annalisa Lamanna. Serata perfetta anche per la cura dei dettagli organizzativi da parte dello staff di EDIZIONE STRAORDINARIA con Angela Sorrenti, Barbara Dornetta, Rossana Amelio, Valeriano Anastasi e dello staff del Caffè delle Arti.

Il messaggio di speranza e di ringraziamento con cui la Presidente di EMMAUS Catanzaro Maria Concetta Infuso ha salutato il pubblico tra gli applausi scroscianti è il miglior riconoscimento del successo della manifestazione. Un altro aspetto del successo è senza dubbio la conferma del Teatro IL MINORE come nuovo ambizioso luogo di valorizzazione della cultura teatrale, con l’ennesimo pienone e nell’imminenza (sabato 25 ore 21,00 e domenica 26 ore 18,00) dello spettacolo TARL-FINE, terzo appuntamento con la Rassegna RIDIAMO…CI IL TEATRO.

Print Friendly, PDF & Email





To Top