Cultura&Spettacolo

Cosenza raccontata nei dipinti di Antonio Sciacca

museo dei brettii e degli enotri

museo dei brettii e degli enotriCOSENZA – La storia della città di Cosenza è legata ad uno dei misteri irrisolti più affascinanti del Medioevo, quella di Alarico, re dei Goti, e del suo tesoro.

Oggi chi si reca a Cosenza non troverà solo una città custode di questo segreto ma una città contemporanea che ha scelto di fare della ricerca della bellezza il proprio culto.

Cosenza è una città ricca di storia con un centro storico che profuma di storia ma anche una città ricca di cultura con sculture di arte contemporanea che popolano il corso principale.

Ad Antonio Sciacca, uno dei più importanti artisti di arte figurativa italiana, il sindaco della città di Cosenza ha chiesto di raccontare la città di Cosenza cogliendo però aspetti insoliti della città. Sciacca ha colto la bellezza di una città nella sua quotidianità. Nella passeggiata nel parco, nello scorcio illuminato con colori fluo, in una donna che fa shopping tra le vie del centro, realizzando 40 opere di grandi dimensioni in cui racconta la sua Cosenza. 40 dipinti mozzafiato che descrivono una città frenetica e contemporanea senza però perdere il contatto con il proprio passato.

Nella mostra l’opera più suggestiva è quella dedicata alla sepoltura di Alarico: un dipinto così ricco di dettagli che farà di certo sognare lo spettatore a cui sembrerà di partecipare a questo silenzioso quanto solenne avvenimento.

La mostra è accompagnata da uno splendido catalogo edito dalla Rubettino Editore curato dalla critica d’arte Tiziana Vommaro che ha scritto anche il testo introduttivo.

Al vernissage inaugurale sarà presente Vittorio Sgarbi, legato alla città dei Bruzi ma anche alla pittura di Antonio Sciacca, su cui, in passato, aveva espresso critiche più che favorevoli ed entusiasmanti.

Una mostra che rappresenta anche l’occasione per far conoscere al largo pubblico la città di Cosenza e far scoprire a turisti, appassionati di storia e cultura o semplici curiosi che Cosenza è proprio un tesoro di città.

 

1 Comment

1 Comment

  1. Pietro Pruneddu-Sassari

    4 agosto 2013 at 15:44

    Cosa darei per poter vedere questa mostra dovuta ad un felice connubio tra la citta di Cosenza ed il maestro Sciacca;complimenti vivissimi al sindaco e ad Antonio Sciacca.Un caloroso saluto dalla Sardegna.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top