Cultura&Spettacolo

Cultura, musica e sapori per la Notte dei Musei 2013

COSENZA – Sarà una notte di poesia e di fascino quella di sabato 18 maggio. È questa infatti la data prescelta per “La Notte dei Musei”, l’evento di respiro europeo, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, durante il quale musei, aree archeologiche e spazi culturali saranno aperti al pubblico gratuitamente dalle 20 alle 24.

Una notte in cui l’arte incontra gli occhi e i cuori dei visitatori che vorranno farsi cullare dalla bellezza. In Calabria sono molti i siti che hanno scelto di aderire alle iniziative, dai centri più importanti e rinomati ai piccoli paesi di provincia. E anche Cosenza sembra voler cogliere questa opportunità di offrire un’insolita fruizione del panorama artistico cittadino. Il centro storico sarà infatti costellato di punti d’interesse, in cui si dipana la magia della cultura.

Dalla Biblioteca Civica a Palazzo Arnone, al Museo dei Brettii e degli Enotri c’è solo l’imbarazzo della scelta, seguendo l’itinerario più consono alle proprie esigenze e aspettative. Per l’occasione saranno a disposizione dei cittadini le navette dell’Amaco gratuite.

Un sabato diverso dal solito, che combina il piacere di tutti i sensi: la bellezza della vista delle opere esposte, il gusto delle prelibatezze enogastronomiche, le carezze delle note degli appuntamenti musicali.

Nella sede della Galleria Nazionale di Cosenza, infatti, le virtuose esecuzioni del Conservatorio di Musica Stanislao Giacomantonio accompagneranno gli ospiti nei loro percorsi di visita, guidati dagli studenti del Liceo Classico Bernardino Telesio di Cosenza. Per i più piccoli è previsto il racconto di “Tele(in)visione” a cura della Compagnia Libero Teatro, mente per i più curiosi sarà possibile osservare da vicino l’indagine di un antico dipinto da parte di un tecnico del Laboratorio di diagnostica. E poi con la collaborazione dell’Associazione Verde Binario sarà possibile interagire con le istallazioni in esposizione, tutto condito da momenti riservati alle degustazioni dei prodotti tipici offerti dalle migliori aziende del territorio.

Spostandosi alla Biblioteca Provinciale di Cosenza sarà possibile assistere alla proiezione del cortometraggio Kyriakos di Giovanni Sole, alla mostra di pittura di Carlo Furgiuele “Aspetti della Memoria” e all’esposizione di liuteria classica museo dei brettii e degli enotridi Alessandro Carpino. Il Museo dei Brettii e degli Enotri presenta musiche celtiche e sudamericane a cura dell’Associazione Musicale The Brass Collection con Fiorella Terranova all’arpa celtica e Sandro De Luca alle percussioni. Mentre il Museo delle Arti e dei Mestieri (MAM) propone le mostre “Il mio mondo” di Paola Fedele ed “Estemporealismo” di Antonio Viscardi. La Biblioteca Civica, infine, inaugura la mostra “Verdi e non solo”, curata da Luciano Romeo, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e a centocinquanta anni dalla nascita di Pietro Mascagni: i visitatori potranno scoprire partiture, canti e tradizioni popolari del ricchissimo fondo Armando Muti, etnologo e musicista poliedrico, ma anche assistere allo spettacolo teatrale “Ma mere l’oye” su musiche di M. Ravel dell’Ensamble Hesperia, a cui seguiranno le note della fisarmonica di Ivano Biscardi.

Per rendere ancor più suggestiva la passeggiata per il centro storico i temporary store resteranno aperti fino alle 22.00, accogliendo i passanti con un aperitivo itinerante in strada gratuito.

Un invito che non è rivolto solo ai turisti, notoriamente sempre in cerca di novità e curiosità da scoprire, ma vuole coinvolgere soprattutto i cittadini che spesso attraversano distrattamente luoghi nascosti e affascinanti senza avere tempo di alzare lo sguardo ad ammirarli. Ma può diventare anche una proposta allettante per i più giovani, che trovano l’occasione per unire sapere e divertimento con leggerezza e originalità.

 

Mariacristiana Guglielmelli

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top