Cultura&Spettacolo

Delle Chiaie presenta il suo ultimo libro “L’aquila e il Condor”

CATANZARO – «Spesso la moderazione ha chiamato estremismo la coerenza». Sono parole di Stefano Delle Chiaie, che venerdì sera ha partecipato alla presentazione del suo ultimo libro, ‘L’Aquila e il Condor’, presso la sala consiliare della Provincia di Catanzaro. Ed è forse riassumibile in questa frase la vita di chi, da sempre, l’accusa di estremismo l’ha sentita sulla pelle e per questo ha passato l’esistenza tra sbarre, fughe e tribunali. Qualcuno che, oggi, sulla soglia degli ottant’anni e con l’incubo di non aver affrontato «la bella morte» sul campo, ha deciso di dire la sua; e non per difendersi – tiene a sottolineare – quanto per consegnare alla storia alcune verità e, semmai, per difendere la memoria della ‘sua’ Avanguardia Nazionale e dei suoi «camerati».
È Valerio Bagnato, portavoce dell’associazione culturale Furor, organizzatrice dell’incontro, a spiegare il perché dell’invito: «Non si può scrivere la storia – ha chiarito – senza ascoltare tutti quelli che hanno contribuito a scriverla».
Un monito accolto pienamente da Wanda Ferro, coordinatrice provinciale del Pdl.
Presente al dibattito anche Giorgio Alfieri, militante di sinistra, che si è speso in un autentico elogio di Delle Chiaie («ha fatto cose che solo un rivoluzionario può fare») e del suo testo («la vera storia di quegli anni»).

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com