Cultura&Spettacolo

Il centro storico di Rende come il set di un film per il “Calderon” di scena prossimamente al Tau

RENDE (CS) – Questa mattina il centro storico di Rende poteva essere il set di un film, magari di Rende set di SaponaroBartolucci. O di Angelopoulos. Infatti, per una giornata particolare, piazza degli Eroi è diventata il set delle riprese effettuate dalla troupe di Francesco Saponaro. Queste sequenze, una volta montate, saranno parte dello spettacolo “Calderon”, in scena al Teatro Auditorium Unical i prossimi 4 e 5 febbraio, per la regia dello stesso Saponaro. Bandiere rosse hanno, quindi, animato il centro storico rendese, rivitalizzato con nuova linfa, “per la qualità e gli alti contenuti che è in grado di veicolare e ospitare”, come ha precisato Marina Pasqua, assessore con deleghe al Centro Storico e alle Pari Opportunità. “Una fotografia bellissima in piazza degli Eroi dove la mia Rende set di Saponaroimmaginazione cinefila ha riportato alla luce alcune scene memorabili di «Novecento», capolavoro di Bernardo Bertolucci e «Lo sguardo di Ulisse», film simbolo della poetica del regista greco, Theo Angelopoulos. Un segno chiaro di quanto il cinema, il teatro e le arti performative possano e debbano arricchire la parte vecchia di Rende”. Sembra che la riapertura del cinema Santa Chiara, il più antico della Calabria, e le riprese di Saponaro possano fare di Rende un luogo ideale per tutti i cinefili della provincia di Cosenza. “Quelle bandiere rosse – ha continuato l’assessore Pasqua – rappresentano la forza della finzione, del racconto, e la sua capacità di riportarci al secolo scorso. Per certi versi era come osservare i «Funerali di Togliatti», splendido dipinto di Renato Guttuso, quadro che fra l’altro campeggia in un circolo del centro storico di Rende”. Attraverso “Calderon” Pasolini ha messo in scena l’ossatura intellettuale di quella che egli stesso definiva “l’umile Italia appenninica”: uno spettacolo da non perdere, dunque, e che dopo la sosta all’Unical calcherà il palco del prestigioso Teatro Piccolo di Milano.

Concorde con la collega anche Vincenzo Pezzi, assessore ai rapporti con l’Università, il quale ha voluto sottolineare come la presenza dell’Ateneo sia fondamentale nel dar nuovo spirito ai vecchi siti del centro rendese. Del resto, il fatto stesso che le riprese siano state effettuate in piazza degli Eroi, secondo Pezzi, conferma la presenza di quel “dialogo costante inaugurato e coltivato dall’amministrazione guidata dal primo cittadino, Marcello Manna, e l’Unical.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com