Cultura&Spettacolo

Il Peperoncino Jazz compie 18 anni, stasera il concerto di Steve Gadd

ARCAVACATA DI RENDE (CS) – In occasione dell’odierna conferenza stampa, ospitata nell’esclusivo contesto del foyer del Teatro Auditorium dell’ UNICAL grazie alla grande disponibilità del Rettore dell’Università della Calabria, nonché responsabile del CAMS (Centro Arti, Musica e Spettacolo) Prof. Gino Mirocle Crisci, e alla fondamentale collaborazione del responsabile del Sistema Teatri e Cinema dell’Unical Fabio Vincenzi, il Peperoncino Jazz Festival offrirà un assaggio di sé nel cuore dell’ateneo calabrese, luogo di produzione culturale per antonomasia della nostra regione.

Nel corso della conferenza vera e propria, alla quale, oltre al Rettore Crisci e a Fabio Vincenzi, prenderanno parte l’assessore alla Cultura della Regione Calabria,  Prof.ssa Maria Francesca Corigliano, l’on.le Mimmo Pappaterra e il Dott. Francesco Curcio – in rappresentanza, rispettivamente, del Parco Nazionale del Pollino e di quello della Sila – il sindaco di Rende, Dott. Marcello Manna, nonché gli amministratori degli oltre 30 comuni rientranti nel circuito culturale del festival e gli sponsor dello stesso, il direttore artistico Sergio Gimigliano svelerà il ricco cartellone di quella che si preannuncia essere una strepitosa XVIII edizione e tirerà le somme della importante esperienza newyorkese vissuta dal festival dal 20 al 26 maggio scorsi. A seguire, è prevista l’esibizione del duo composto dalla carismatica cantante Francesca Calabrò e dal talentuoso pianista Roberto Risorto, che proporranno una selezione di brani della tradizione jazzistica e della scena soul funky splendidamente riarrangiati in chiave del tutto personale.

A fine serata, come nella migliore tradizione del festival musicale più piccante d’Italia, l’associazione culturale Picanto in collaborazione Slow Food Calabria – sotto il coordinamento di Maurizio Rodighiero – e con la F.I.S. (Fondazione Italiana Sommelier) Calabria presieduta da Gennaro Convertini offriranno una degustazione dei prelibati salumi dell’azienda Madeo in abbinamento ai migliori vini del territorio regionale (ben sedici sono le cantine vitivinicole che oggi proporranno etichette in degustazione e che nel corso delle serate del festival si potranno degustare a rotazione in occasione dei concerti nelle più belle località calabresi).

E’ tutto pronto, ormai, per l’avvio del Peperoncino Jazz Festival 2019, rassegna musicale itinerante ricca di eventi culturali correlati (mostre, degustazioni, escursioni turistiche, convegni ecc.) che da oggi mercoledì 17 luglio, al 19 settembre p.v. coinvolgerà nel suo itinerario turistico e culturale oltre 30 località delle 5 province della regione, in un appassionante coast to coast dallo Ionio al Tirreno che porterà turisti e appassionati alla scoperta dei più bei luoghi calabresi.

Annoverato dalla stampa nazionale tra gli eventi jazzistici più importanti d’Italia (oltre a far parte di I-jazz, associazione che riunisce i migliori festival nazionali, dal 2009 ad oggi è sempre stato inserito tra i primi cinque festival jazz d’Italia nella classifica dei prestigiosi “Jazzit Awards”) e inserito tra i “Grandi Eventi Internazionali” finanziati dalla Regione Calabria, l’evento, giunto quest’anno alla sua XVIII edizione, grazie alla fondamentale collaborazione del Rettore dell’Unical e responsabile del CAMS (Centro Arti, Musica e Spettacolo) Prof. Gino Mirocle Crisci e del responsabile del Sistema Teatri e Cinema Fabio Vincenzi, prenderà le mosse dallo splendido Teatro Auditorium che sorge nel campus universitario più grande d’Italia e che è il fiore all’occhiello dell’istituzione accademica che da anni si è affermata come indiscussa fabbrica culturale della Calabria.

Questa sera mercoledì 17 luglio, alle ore 21.30, dunque, il PJF inaugurerà ufficialmente la sua XVII edizione con un evento unico, che vedrà protagonista uno dei più influenti e richiesti batteristi della scena musicale internazionale: Mr. Steve Gadd.

Nella sua strepitosa carriera, grazie all’indiscusso talento, al gusto e alla raffinatezza del suo tocco, ha partecipato come session man ad incisioni nei contesti più diversi, ponendosi all’attenzione di pubblico e critica sia in ambito jazzistico (basti ricordare le sue collaborazioni al fianco di Chick Corea, Michael Petrucciani e Steps Ahead), che in ambito pop (Paul Simon, Steely Dan, Ray Charles, James Taylor, Eric Clapton, solo per citarne alcuni).

Gadd, che è anche un autorevole leader, in quella che è una delle due date italiane del suo tour europeo sarà a capo di una vera e propria all star band, formata dal trombettista Walt Fowler  (Frank Zappa, James Brown, Ray Charles), dal chitarrista David Spinozza, (John Lennon, Paul McCartney, Aretha Franklin), dal pianista jazz Kevin Hays (John Scofield, Sonny Rollins, James Taylor) e dal bassista Jimmy Johnson, noto per le sue collaborazioni con James Taylor e Lee Ritenour.

 

Insieme, i cinque presenteranno al pubblico “Steve Gadd Band”, disco omonimo uscito nel 2018 e fresco vincitore del Grammy Award nella categoria “Best Contemporary Instrumental Album”.

Al termine del concerto (per il quale è previsto un biglietto di ingresso di 25 €, con possibilità di riduzione a 15 € per gli iscritti all’Unical e ai Conservatori calabresi), patrocinato dal Consolato Generale degli USA e chiuso in esclusiva per il Sud Italia (l’altra data italiana del tour è in programma a, in programma all’Auditorium Parco della Musica di Roma), la serata proseguirà all’esterno del TAU con l’esibizione egli Avulive e una travolgente jam session aperta a tutti i musicisti presenti, nonché con la degustazione dei migliori vini calabresi (16 le cantine che presenteranno al pubblico le proprie etichette) selezionati dai sommelier della Fondazione Italiana Sommelier coordinati da Gennaro Convertini.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com